fbpx Skip to content

CUS TORINO CAMPIONE D’ITALIA UNDER 21 femminile di HOCKEY SU PRATO

Un altro successo, un’altra prima volta. A due settimane di distanza dallo storico primo tricolore su prato del CUS Torino femminile, ottenuto con l’Under 16, le biancoblu di Lyudmyla Vyhanyaylo si ripetono, cucendosi sul petto anche il tricolore Under 21. Si tratta anche in questo caso di una prima assoluta, visto che mai prima d’ora le cussine avevano trionfato in un campionato a 11.
Si chiude così una stagione esaltante per la compagine universitaria, capace di portare a casa tre scudetti giovanili (Under 21 prato e indoor e Under 16 prato) e due secondi posti (Under 18 prato e Under 16 indoor), oltre alla storica conquista di un posto nel prossimo campionato Elite con la formazione senior.
Una formazione comunque molto giovane in hanno trovato spazio tante tra le ragazze neocampionesse d’Italia Under 21 e in cui il prossimo anno altre ancora ne verranno lanciate per dare compimento a tutto il lavoro svolto nel settore giovanile.
La finale di questo weekend è stato un vero e proprio assolo delle torinesi, che hanno chiuso il girone di finale all’italiana a punteggio pieno, con tre successi, mentre Lazio, Riva e Ferrini si sono spartite un successo a testa, terminando tutte a con 3 punti all’attivo.
CUS che fin da subito fa capire di aver ben chiaro in testa l’obiettivo e, nella prima partita in programma, vola subito sul 4-0 contro il Ferrini, grazie a Monica Coggiola che apre le marcature e alle successive tre reti di Chiara Di Bella. Poi le biancoblu rallentano il ritmo, segnano ancora con la solita Chiara Di Bella il 5-0 e nel finale subiscono la rete del definitivo 5-1.
La seconda partita vede le cussine opposte alle campionesse in carica della Lazio, favorite anche in questa edizione, ma già sconfitte a sorpresa nel match d’esordio contro il Riva. Complice l’assenza del portiere La Spina, le biancazzurre faticano e il CUS prova ad approfittarne. Chiara Di Bella ancora mattatrice dell’incontro con 4 reti e romane a cui non bastano i gol delle italo argentine Chavez e Sarmiento: finisce 4-2 e le torinesi sanno di avere la strada spianata verso il titolo.
Basta infatti un pareggio nella partita di domenica mattina contro Riva per portare a casa lo scudetto ma le cussine sembrano voler chiudere subito la pratica e in pochi minuti sono già 2-0 grazie alle marcature di Sasha Griglio e Giuliana Sirchia. Le trentine però non mollano e la pareggiano con Torbol e Bevilacqua.
Cussine di nuovo in vantaggio con Di Bella e ancora raggiunte da Travaglia. Nel finale però le torinesi mettono il sigillo. Azione da manuale con Marta Palazzo che imbecca in verticale Coggiola, tiro sul secondo palo dove in tuffo arriva a deviare in modo vincente Giorgia Chiariello. Quando mancano 5 minuti alla fine, è il gol che piega le gambe alle lacuali, che poco dopo subiscono anche il gol del definitivo 5-3, ancora una volta siglato da Chiara Di Bella, capocannoniere del torneo con 10 gol all’attivo. La stagione finisce per il club ma non per alcune delle sue protagoniste che ora vogliono conquistarsi una maglia per l’Europeo Under 21 in programma a fine luglio. Questa sarebbe davvero la ciliegina sulla torta di una stagione praticamente perfetta.