ITINERA CUS AD MAIORA RUGBY 1951: successo fondamentale per la Seniores femminile sul CUS Ferrara Rugby

Successo importante, il secondo in questa stagione, per la squadra femminile di serie A dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 che nel match interno contro il CUS Ferrara Rugby si impone per 24-12 portando a casa 5 punti fondamentali per il prosieguo del campionato. Punti pesanti che permettono alle ragazze di coach Pietro Salino di posizionarsi al quarto posto in graduatoria, uscendo dalla zona calda della classifica.
Queste le parole del tecnico cussino a fine gara: “Oggi era importante vincere e così è stato. Abbiamo ottenuto cinque punti e siamo quarti in classifica in questo momento. Abbiamo ancora tanto lavoro da fare, ma la strada è quella giusta. Le ragazze si sono comportate molto bene, per tutto l’arco del match. Sono molto soddisfatto della nostra fase difensiva perché anche questo pomeriggio abbiamo concesso molto poco alle nostre avversarie, alle quali vorrei fare i complimenti per l’ottimo incontro disputato. Non era una gara facile quella di oggi, ma siamo riusciti a portarla a casa. Vincere aiuta a vincere e mi auguro che anche in vista della prossima gara interna contro l’Unione Rugby Capitolina i nostri tifosi vengano a sostenerci dal primo all’ultimo minuto. Sono felice per questo successo perché ce lo meritavamo dopo settimane di duro lavoro. Adesso avremo tre settimane per preparare al meglio la prossima sfida, focalizzandoci ancora di più sull’aspetto offensivo che, per il momento, è quello dove facciamo più fatica.”
Il prossimo match della serie A femminile si giocherà domenica 1 dicembre alle ore 14.30 ancora una volta presso il campo “Albonico”.

ITINERA CUS AD MAIORA RUGBY 1951: impegno interno per la Seniores femminile, turno di riposo per la Maschile e i Bulls

Si avvicina il week-end, di conseguenza è il momento di scendere nuovamente in campo. Questa volta, però, il discorso vale soltanto per la Femminile di serie A dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 perché la Prima Squadra maschile e i Bulls di serie C osserveranno un turno di riposo.
Focus, dunque, soltanto sulle ragazze guidate da coach Pietro Salino che domenica 10 novembre, alle ore 14.30, tra le mura amiche del campo “Albonico” ospiteranno il CUS Ferrara Rugby con l’obiettivo di tornare alla vittoria dopo la battuta d’arresto nella terza giornata contro la corazzata Valsugana Rugby Padova. Le ferraresi, ferme ancora a quota 0 punti in classifica, arrivano da un turno di riposo.
“Il match contro il CUS Ferrara sarà una prova importantissima per la nostra squadra – dichiara un determinato coach Salino – perché arriviamo da prestazioni positive sul campo che, però, non ci hanno portato punti, punti di cui abbiamo bisogno per far vedere che siamo presenti e che siamo pronti a giocarcela con tutte le squadre. La prestazione contro Padova ha confermato la nostra ottima difesa e la nostra mischia ordinata. Domenica, in più, cercheremo di mettere più chiarezza in rimessa laterale e di diventare più efficaci in fase offensiva. Le mie ragazze si sono allenate duramente in settimana e, malgrado un paio di infortuni importanti e qualche acciacco, sono cariche e hanno tanta voglia di dimostrare che in casa nostra sarà difficile per tutti fare punti. Gli obiettivi del week-end, dunque, saranno sicuramente quello di ottenere i 5 punti con il bonus offensivo e quello di subire meno di quindici calci di punizione contro (obiettivo, quest’ultimo, che da inizio stagione abbiamo sempre rispettato). Spero, inoltre, nel sostegno del nostro pubblico che potrebbe rivelarsi un fattore di estrema importanza per le ragazze.”
Arbitrerà l’incontro Gabriele Fasano della sezione di Torino.

ITINERA CUS AD MAIORA RUGBY 1951: terzo successo consecutivo per la Maschile di serie A, mentre si arrendono la Femminile e i Bulls

Ancora una prestazione di altissimo livello per i ragazzi della Seniores maschile che nella trasferta lombarda contro il Rugby Parabiago chiudono sul 9-16 e portano a casa la terza vittoria in altrettante gare disputate in questo inizio di stagione. Un successo dal sapore particolare non soltanto perché è il primo contro i milanesi lontano dall’Albonico, ma anche perché per 10’ le due squadre si sono affrontate con un uomo in meno in campo per parte. Nella passata stagione contro la compagine di coach Mamo erano arrivate due sconfitte tra casa e trasferta per i piemontesi. Cussini che con questo risultato salgono in solitaria in testa alla classifica con 13 punti. 10 punti e terzo posto, invece, per il Parabiago, superato dall’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”. Come successo anche nella sfida contro la Pro Recco, l’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 riesce a uscire alla grande dopo essersi trovato sotto alla fine del primo parziale (9-8). Mete Seconda vittoria consecutiva lontano dalle mura amiche per Merlino e compagni che anche in questa circostanza escono dal terreno di gioco con sempre più consapevolezza nei propri mezzi. La prossima settimana ci sarà un turno di riposo e i ragazzi di coach Lucas D’Angelo torneranno in campo domenica 17 novembre e se la vedranno, nuovamente in trasferta, con l’Accademia “Ivan Francescato”, nonché la seconda forza del campionato.
Queste le parole dell’allenatore cussino: “Sono entusiasta per questa vittoria. Avevamo preparato questa gara per giocarla in un modo più dinamico, ma il campo era molto pesante e ancora bagnato e di conseguenza abbiamo dovuto cambiare l’approccio al match impostandolo maggiormente sulla fisicità. Anche sotto l’aspetto territoriale abbiamo cercato di giocare maggiormente nella loro metà campo. C’è tanta soddisfazione per questo risultato. Sono contento per l’ottima prestazione dei nostri primi otto uomini e anche coloro che li hanno sostituiti dalla panchina hanno mantenuto un livello di gioco altissimo entrando in campo molto determinati. Parabiago è una grande squadra e la vittoria ci rende ancora più orgogliosi per il match disputato e soprattutto per come ci stiamo allenando in settimana. Sono anche dell’idea che la squadra che mette a segno più mete debba portare a casa il risultato e anche oggi così è stato. Bellissima gara, all’insegna della sportività e del rispetto, in campo e fuori. L’aver ricevuto i complimenti, a fine partita, da parte della dirigenza del Parabiago mi ha reso ancor più felice.”
Pomeriggio complicato, invece, quello della Seniores Femminile che in trasferta cede 41-0 contro la corazzata Valsugana Rugby Padova. Già alla vigilia il match si preannunciava complesso e ricco di insidie e così è stato, ma per coach Pietro Salino anche questo risultato sarà fondamentale nel percorso di crescita delle sue ragazze: “A mio giudizio la gara è stata equilibrata. Nel primo tempo abbiamo subìto, immeritatamente, un parziale di 36-0, ma ci tengo a sottolineare che non corrisponde alla realtà dei fatti. Sono un po’ amareggiato per il fatto che non siamo riusciti ad andare a segno, ma le mie ragazze hanno dimostrato un grande carattere continuando a giocare per tutti gli 80’ dell’incontro. Questo risultato sono sicuro che ci farà crescere molto, già a partire dal prossimo week-end quando all’Albonico ospiteremo il CUS Ferrara e vorremo fare un grande risultato.”
Dopo quella della scorsa settimana arriva un’altra sconfitta di misura per i Bulls di serie C che, all’Albonico, si arrendono contro il RivoliRugby, 16-17. Tanto il rammarico per un’altra buona prestazione messa in mostra. Queste le sensazioni dei due allenatori, Narcisi e Bianco, al termine della gara: “Spiace per questo risultato, soprattutto per i ragazzi perché stanno lavorando molto bene in settimana e noi non possiamo fare altro che essere contenti per il loro atteggiamento. Siamo una squadra viva, nonostante le tre sconfitte. Senza ombra di dubbio stiamo concretizzando troppo poco per quello che creiamo durante gli 80’ di gara. Lo sport, soprattutto se affrontato con questo atteggiamento, restituisce sempre quello che toglie prima o poi. Rimaniamo, dunque, fiduciosi per il futuro.”

Risultati del week-end

Si è appena concluso un week-end ricco di impegni per le nostre prime squadre cussine. Andiamo a vedere i risultati ottenuti nelle rispettive discipline sportive.

BASKET – SERIE C SILVER MASCHILE
Primo successo della stagione del Mastro Viaggiatore CUS Torino che domenica sera al Pala Cena, ancora in allarme infermeria, sconfigge l’Alternativa Renault Lettera 22, 65-60 al termine di un match equilibrato e combattuto.
Dopo 35′ sempre all’insegna di grande equilibrio, con sorpassi e controsorpassi, i padroni di casa sembrano piazzare il break decisivo portandosi sul +7 a 4′ dal termine della gara. Dopo il time out di coach Landra, i cussini tornano in campo lucidi e determinati e con un contro break di 15-3 intascano meritatamente i primi 2 punti della stagione.

HOCKEY SU PRATO – SERIE A2 MASCHILE
É arrivata, dopo tanto lavoro, sudore, sacrificio e snervante attesa, la prima vittoria nel campionato di serie A2. All’ Euroma Hockey Stadium finisce 6-2 per l’HCU Rassemblement Torino contro l’HC Eur. Un risultato che rispecchia a pieno l’andamento della partita e porta i torinesi a +4 sull’ultimo posto in classifica, occupato proprio dai romani dell’Eur. Ora che i 3 punti sono arrivati sarà necessario continuare a fare bene già dalla prossima: sabato 2 novembre arriverà al Tazzoli il CUS Pisa, prima in campionato.

RUGBY – SERIE A MASCHILE
Seconda vittoria consecutiva per la Seniores maschile che all’esordio all’Albonico vince 22-10 contro un avversario ostico come la Pro Recco e si porta a quota 9 punti in classifica. Due sue due per i torinesi fino a questo momento. Una gara difficile, contro un avversario ostico, ma la voglia di portare a casa il risultato davanti ai propri tifosi era grande e l’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 esce dal terreno di gioco con tanta consapevolezza in più nei propri mezzi. Domenica 3 novembre la Seniores maschile sarà ospite del Parabiago, capolista come il CUS a 9 punti, ma con una differenza punti migliore.

TENNISTAVOLO – SERIE A2 MASCHILE
Nella terza giornata di campionato il Frandent Group Cus Torino pareggia 3-3, in casa, contro la Brunetti Castel Goffredo. I punti cussini sono stati ottenuti da Romualdo Manna, 3-1 su Marco Bressan e 3-2 su Luca Bressan, e da Lorenzo Cordua, 3-2 su Alberto Redini. Quelli mantovani da Luca Bressan, 3-1 su Cordua, e da Redini e Marco Bressan, 3-2 su Davide Ferrero. Appuntamento al 9 novembre con la quarta gara del girone di andata che vedrà i cussini impegnati sul campo della capolista T.T. Reggio Emilia Ferval, ancora imbattuta.

VOLLEY – SERIE A2 FEMMINILE
Il BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY sconfitto 3-1 al PalaRuffini da SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO. Dopo essere andate sotto nel computo totale dei set, le cussine reagiscono e ristabiliscono la parità, ma Montecchio è più cinica, sbaglia di meno e ha percentuali in fase offensiva migliori. Prossimo incontro giovedì 31 ottobre ore 20.30, in trasferta sul campo della Sigel Marsala.

La Seniores maschile ospita la Pro Recco, i Bulls di serie C impegnati in Valle d’Aosta

Arriva il week-end e si torna in campo. Le squadre dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 sono pronte per andare ad affrontare un nuovo turno di campionato. Partiamo dalla Seniores maschile che domenica 27 ottobre, a partire dalle ore 14.30, farà il suo esordio tra le mura amiche nel match valevole per la seconda giornata del campionato di serie A (Girone 1). Avversaria dei ragazzi guidati da coach Lucas D’Angelo sarà la Pro Recco Rugby. La formazione ligure giocherà la sua prima gara ufficiale della stagione proprio domenica a causa del rinvio per maltempo dello scorso match contro il CUS Genova. L’obiettivo dei cussini sarà quello di confermare l’ottimo risultato ottenuto la scorsa settimana ad Alghero, ma anche questa volta per Merlino e compagni servirà un’altra grande prova di carattere. Già nel passato campionato le due squadre hanno dato vita a sfide molto combattute. Nel 2018/2019, infatti, il doppio confronto è terminato 27-25 a Grugliasco, in favore dei piemontesi, e 20-18 a Recco, ma in quella circostanza a gioire furono i liguri. Anche nella classifica finale il divario fu di soli due punti (52 per la Pro Recco e 50 per il CUS Ad Maiora). Ci sono, dunque, tutti i presupposti per assistere a una grande partita.

Queste sono le parole di coach D’Angelo in vista del prossimo impegno: “Per noi era importante rompere il ghiaccio nel migliore modo possibile e così è stato. Domenica scorsa, in Sardegna, abbiamo giocato una buona gara, su un campo molto difficile, e siamo usciti con un risultato positivo. Venendo al match contro la Pro Recco, posso affermare con certezza che sarà un’altra gara complessa. I liguri sono una grande squadra e arriveranno all’Albonico con grandi motivazioni. Dovremo affrontarli con la massima attenzione, cercando di imporre il nostro gioco senza snaturare il nostro modo di intendere il rugby. Ci stiamo allenando molto bene e questo è un segnale positivo. Contro Alghero sono stati tanti gli aspetti positivi, uno su tutti lo spirito di sacrificio dei miei ragazzi che hanno affrontato con grande maturità una trasferta difficile, anche da un punto di vista prettamente logistico. Siamo partiti molto presto la domenica mattina per andare a giocare in Sardegna, ma nonostante le fatiche del viaggio abbiamo tenuto un ottimo ritmo per tutto l’arco del match. Non è mai facile affrontare trasferte in giornata con la giusta determinazione, ma tutti hanno risposto sul campo con una grande prestazione. Domenica mi attendo un’altra grande prestazione sul campo.”

Arbitrerà l’incontro Lorenzo Sacchetto della sezione di Rovigo, coadiuvato dagli assistenti Smiraldi di Torino e Barrafranca di Alessandria.

Non solo serie A, però, in questo fine settimana: sempre domenica alle ore 14.30 anche i Bulls di serie C saranno impegnati. Trasferta ostica in terra valdostana. Ad attenderli ci sarà lo Stade Valdotain Rugby e queste sono le sensazioni di coach Filippo Bianco in vista del prossimo match: “La sconfitta dello scorso week-end si è fatta sentire in settimana, ma in positivo. Sotto l’aspetto mentale la squadra è cresciuta tanto. Siamo consapevoli che andremo ad affrontare una compagine molto fisica, sicuramente più di noi, ma sono altrettanto sicuro che andremo in Valle d’Aosta per imporre il nostro gioco. Se riusciremo a mettere in campo la giusta intensità faremo una bella figura contro lo Stade Valdotain.”

Sabato ricco di impegni, invece, per le squadre giovanili cussine, sia maschili che femminili. L’Under 14 maschile se la vedrà in casa contro il San Mauro alle ore 16.30, mentre la femminile (delle pari età) andrà in scena a Biella alle ore 15.30. I ragazzi dell’Under 16, invece, giocheranno un’ora prima rispetto ai loro compagni più piccoli, sempre all’Albonico. Se la vedranno con il Collegno. Trasferta anche per la femminile Under 16 che in contemporanea con l’Under 14 (fischio d’inizio alle ore 15.30) duellerà proprio con le pari età del Biella.

Turno di riposo per la Femminile di serie A e per l’Under 18 Élite.

RUGBY – La Seniores maschile vince e convince, sconfitta invece per i Bulls tra le mura amiche

Esordio dolce per la Seniores maschile dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 che ad Alghero, nel primo impegno ufficiale della stagione in serie A, non sbaglia e porta a casa il primo successo imponendosi 7-30. Una vittoria importante, voluta, quella dei ragazzi guidati da coach Lucas D’Angelo, alla sua quinta stagione consecutiva sulla panchina della società cussina.

Il match, sotto l’aspetto del risultato non è mai stato in discussione. Il CUS Torino parte forte e dopo meno di 10’ è già avanti 0-6 grazie a due calci piazzati messi a segno da George Reeves, apparso subito molto concentrato. Il match prosegue nella direzione desiderata da Merlino e compagni e il passivo per i sardi diventa ancora più netto con la meta del mediano di mischia, Matteo Cruciani, trasformata poi da un perfetto Reeves, 0-13. La reazione degli isolani, però, non si fa attendere e dopo pochi minuti dai 7 punti messi a segno dai torinesi accorciano le distanze, 7-13. Coach D’Angelo predica calma e attenzione ai suoi giocatori che a circa 10’ dalla fine del primo parziale trovano la meta del 7-18 del 14 bianco-blu, Enrico Monfrino.

La ripresa vede i padroni di casa dell’Amatori Rugby Alghero accusare maggiormente la stanchezza e il risultato finale di 7-30 lo conferma. Decisive nella seconda frazione le mete di Gian Mattia Cisi, trasformata poi sempre dal solito Reeves (17-25), e di Gregory Sacco. Un ottimo inizio, dunque, quello della Prima Squadra maschile che la prossima settimana affronterà tra le mura amiche la Pro Recco Rugby, fermata questo week-end dal maltempo e impossibilitata, dunque, ad affrontare il CUS Genova nel derby ligure della prima giornata.

Questo il commento di coach Lucas D’Angelo dopo la vittoria: “Sono contento per il successo e per i 5 punti conquistati. Abbiamo giocato una buona partita su un campo ostico, come avevo già anticipato in sede di presentazione del match. Sono soddisfatto soprattutto per l’approccio che abbiamo avuto perché siamo partiti subito molto concentrati e determinati. Siamo solo all’inizio, ma questi 5 punti non possono fare altro che farci bene, sotto tutti i punti di vista. Da domani, però, inizieremo a pensare al prossimo match contro la Pro Recco Rugby che sancirà il nostro esordio casalingo”.

Meno positivo, invece, il pomeriggio dei Bulls di serie C che tra le mura amiche non sono riusciti a giocare alla pari con il Probiotical Amatori Rugby Novara, ma alla fine hanno dovuto cedere 10-52. Queste le parole di coach Filippo Bianco al termine della gara: “Siamo usciti sconfitti da questa sfida. Novara è una grande squadra che arriva dalla serie B e oggi questa differenza di livello si è vista per ampi tratti. Sono sicuro che questa compagine dominerà il campionato. Abbiamo sofferto molto la loro fisicità. Il risultato, chiaramente, non ci soddisfa, ma non dobbiamo abbatterci, anzi dovremo continuare ad allenarci duramente. Da domenica inizierà un nuovo campionato, si può dire, e avremo molto da dimostrare”.

Fine settimana estremamente positivo, invece, per le squadre maschile e femminile dell’Under 18. La prima, nella terza giornata di campionato, ha vinto in trasferta contro il CUS Milano 17-24 totalizzando 4 mete e ottenendo, come la Seniores maschile, 5 punti in classifica. Ottimo anche il pomeriggio dell’Under 18 femminile che al secondo concentramento stagionale centra tre vittorie in altrettante gare contro Rovato (45-20), Brescia (15-5) e Colorno (20-10).

ITINERA CUS AD MAIORA RUGBY 1951: presentate la Maschile e la Femminile di serie A

Presentata questa mattina, presso il Museo della Radio e della Televisione RAI di via Verdi 16, le rose e lo staff della squadra maschile e femminile dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951, entrambe impegnate nel campionato di serie A.  
Tante le novità per la nuova annata, a partire dalla Seniores Femminile che quest’anno è stata inserita nel girone più prestigioso della massima categoria, il Girone Élite, dove sono presenti le migliori squadre italiane.
Nuova stagione e nuovi obiettivi stimolanti anche per la Maschile. In vista di quest’anno, il terzo consecutivo in serie A, i ragazzi di coach Lucas D’Angelo, dopo aver chiuso al quinto posto lo scorso campionato, si sono posti l’obiettivo di migliorare il risultato della passata annata e di continuare a crescere anche grazie a una rosa forte, giovane e ricca di motivazioni. Anche per questa stagione la squadra, come l’intera sezione rugby, continuerà a essere sostenuta dal main sponsor Itinera Spa, azienda fondata nel 1938, e dagli anni ’60 entrata a fare parte del Gruppo Gavio, impegnata in Italia e nel mondo nella realizzazione di grandi progetti infrastrutturali e di edilizia civile.
Questa mattina, poi, è stata posta attenzione anche alla serie C1 cadetta e al settore giovanile cussino che è in continuo sviluppo e che da quest’anno potrà contare anche su un settore giovanile femminile (Under 14, 16 e 18).

Venendo alla conferenza, sono intervenuti al tavolo dei relatori il Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese, Riccardo D’Elicio, il Direttore Centro Produzione RAI, Guido Rossi, e il Sindaco del Comune di Grugliasco, Roberto Montà.
Il primo a prendere la parola è stato proprio il Presidente cussino: “Ringrazio il dott. Guido Rossi per l’opportunità che ci ha concesso e per la sua presenza questa mattina. Questa location mi emoziona sempre molto perché la RAI è la casa di tutti noi. Guido Rossi ha fatto la storia qui e per noi è motivo di grande orgoglio. Il rugby è lo sport per eccellenza e questa sezione ci regala soddisfazioni da tanti anni. Dietro queste squadre c’è un movimento di oltre 500 atleti. Stiamo cercando di creare le condizioni ideali per crescere ancora. Stiamo investendo tanto su questa disciplina sportiva e a Grugliasco, nei prossimi anni, nascerà un campus universitario da 14mila studenti e il rugby sarà sicuramente presente. Ringrazio anche l’associazione “Amici nel rugby” per la loro presenza quest’oggi che, per noi, è sempre molto gradita. Non dimentichiamoci mai dell’importanza che ha lo sport nella vita dei ragazzi, ma ricordiamoci anche che senza una buona istruzione universitaria non si possono costruire le basi per un futuro di rilievo. Il Centro Universitario Sportivo torinese è da sempre attento a questo aspetto e il Progetto AGON ne è la dimostrazione. Ci ha reso importanti in Italia e all’estero e molti ragazzi, oggi, scelgono la nostra realtà perché offre una grandissima opportunità sia in ambito sportivo sia in ambito scolastico. Buon campionato a tutti!”
A prendere la parola è stato, poi, Guido Rossi, Direttore del Centro Produzione RAI: “Permettere ai cittadini di conoscere questo luogo, magico, quale è il Museo della Radio e della Televisione non può fare altro che rendermi soddisfatto. Sono molto felice di essere qui perchè sono un grande amante del rugby che, per me, non è solo uno sport, ma una scuola di vita. Di conseguenza sono fiero di essere riuscito a ospitare le due squadre di serie A, femminile e maschile, del CUS Ad Maiora Rugby. Auguro un buon campionato a tutti anche io, ricco di soddisfazioni”.
Poi è stato il turno di Roberto Montà, Sindaco del Comune di Grugliasco: “Grazie per l’invito, sono felice di essere qui. La location scelta per la conferenza stampa mi ha sorpreso molto. Tutti i ragazzi presenti oggi rappresentano un’eccellenza. Lo sport non è soltanto agonismo, ma divertimento e soprattutto educazione. Siete un grandissimo esempio di sportività perché il rugby è una disciplina sportiva nobile. Il Campus che verrà creato dovrà essere un punto di riferimento sotto questo aspetto. Nei prossimi anni, accompagnando e sostenendo i vostri sforzi sportivi, l’impegno sarà quello di creare contesti per fare in modo che sempre più persone si possano avvicinare al rugby. Faccio un grande in bocca al lupo a tutti gli atleti per questa nuova ed entusiasmante stagione sportiva”.
Al termine degli interventi istituzionali c’è stato spazio anche per altre dichiarazioni.
La parola è passata a Marco Pastore, responsabile della sezione CUS Ad Maiora Rugby: “Ringrazio tutti gli sponsor che ci aiutano a mantenere in piedi una realtà di eccellenza quale è questa. I giocatori di serie A rappresentano la punta della piramide della nostra società e un esempio per tutte le categorie minori che puntano, un domani, a prendere il posto dei loro idoli. Ringrazio, chiaramente, anche la RAI per l’ospitalità e soprattutto il Comune di Grugliasco che ha preso a cuore la sorte dell’impianto e con cui stiamo progettando importanti interventi di miglioramento. Lo sport insegna a organizzare il proprio tempo e come sezione, da quest’anno, avvieremo un progetto che permetterà ai ragazzi delle superiori di poter studiare al campo prima degli allenamenti e di essere seguiti dai ragazzi della Prima Squadra che fungeranno da veri e propri tutor scolastici”.
Poi è stato il turno di Pietro Salino, neo-allenatore della Seniores Femminile: “Ringrazio il Centro Universitario Sportivo torinese per l’opportunità che mi ha dato. Allenare queste ragazze per me è motivo di orgoglio. Il CUS è una grande famiglia e ho avuto questa sensazione sin da subito. Sono felice di fare parte di questo progetto”.
A chiudere gli interventi è stato Lucas D’Angelo, l’head coach della Prima Squadra maschile: “Come direttore tecnico devo dire che sono molto soddisfatto. Il nostro settore giovanile è di altissimo livello perché i nostri ragazzi vengono formati con lo stesso sistema di allenamento sin dall’Under 14. Ringrazio tutti coloro che ogni giorno si impegnano per fare in modo che tutto ciò sia possibile. Venendo alla serie A, questo sarà il nostro terzo anno in questa categoria. Domenica esordiremo ad Alghero, un campo ostico, ma siamo pronti e sono sicuro che giocheremo un match di altissimo livello. Il campionato sarà molto complicato, ma con un’unione d’intenti come la nostra non avremo problemi di alcun tipo. L’obiettivo sarà quello di cercare di migliorare il risultato della passata stagione”.

Cartella stampa stagione 2019/2020: https://www.custorino.it/content/files/2019/10/CARTELLA-STAMPA-ITINERA-CUS-AD-MAIORA-RUGBY-STAGIONE-2019-2020.pdf

ITINERA CUS AD MAIORA RUGBY 1951: esordio con sconfitta per la Femminile di serie A contro il Colorno Rugby

Esordio con sconfitta per la Femminile dell’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 che alla prima stagionale cede 5-22 contro il Colorno Rugby. Un match, quello dell’Albonico, che ha visto una formazione cussina un po’ contratta nella prima frazione di gara (terminata con un parziale di 0-22) e nettamente più propositiva e battagliera nella seconda parte. Sicuramente l’avversario non era di quelli semplici da affrontare, ma quest’anno il livello sarà molto alto perché le ragazze di coach Pietro Salino, trovandosi nel girone Élite della seria A, se la giocheranno con tante squadre molto attrezzate.
Venendo al match, come detto già in precedenza, il primo tempo ha visto una netta supremazia del Colorno che senza grandi difficoltà è riuscito a mettere a segno due mete nei primi 12′: la prima di Appiani con trasformazione di Baraldi e la seconda messa a segno da Turani, che si rivelerà essere migliore in campo per distacco. La fase centrale dei primi 40′ ha visto, poi, nuovi tentativi delle ospiti, ma per vedere nuove mete si è dovuto attendere gli ultimi minuti della prima parte di gara. A 7′ e poi a 2′ dalla fine ancora Turani mette a segno altre due mete per il momentaneo 0-22 e per la sua tripletta personale. Al rientro in campo nella ripresa, però, cambia il copione e il merito è del CUS Torino che cresce soprattutto in fase difensiva e gli attacchi di Madia e compagne iniziano a diventare meno incisivi. Eccellente la prova anche di Noemi Galavotti, tra le fila delle giocatrici ospiti, autrice di ottimi placcaggi e inserimenti. Buona, però, la reazione di carattere del CUS, soprattutto in mischia. A 5′ dal fischio finale, poi, le cussine trovano la meta di Zini per il definitivo 5-22. Risultato che, in ogni caso, fa ben sperare le ragazze di coach Salino in vista delle prossime gare, anche e soprattutto per l’atteggiamento battagliero messo in mostra nel secondo tempo.
Queste le parole del coach a fine gara: “Quello di oggi è stato un risultato che possiamo definire positivo e negativo in egual misura. Le ragazze sono partite un po’ lente e il parziale di 0-22 l’ha dimostrato senza ombra di dubbio. Nella seconda frazione il parziale di 5-0 ci fa ben sperare per il futuro. L’atteggiamento delle mie ragazze nei secondi 40’ è quello che vorrei vedere sin dall’inizio di ogni singolo match. Faccio i complimenti alle nostre avversarie che sono state più concrete di noi in prima fase, soprattutto in touche e in attacco dei tre quarti e ciò ha permesso loro di avere un maggior possesso dei palloni e un risultato estremamente positivo nel primo tempo. Nel secondo, invece, abbiamo iniziato a lavorare meglio in difesa e a vincere un paio di touche in più e a quel punto abbiamo avuto più occasioni per fare male e per soffrire meno la pressione in difesa. Nel complesso devo dire che proprio l’aspetto difensivo è quello che mi ha maggiormente soddisfatto, ma anche la tenuta mentale che hanno avuto le mie ragazze dopo un primo tempo in cui le nostre avversarie ci avevano messo sotto con prepotenza. Penso che la nostra squadra, lavorando sodo, potrà togliersi tante soddisfazioni in un girone molto tosto quale è questo.“

Primo impegno ufficiale della stagione per la Femminile. All’Albonico arriva il Colorno

Domenica 6 ottobre si tornerà a fare sul serio. La nostra Prima Squadra femminile, infatti, sarà impegnata nella sua prima uscita stagionale. Le ragazze di coach Pietro Salino, alle ore 15.30, inizieranno la nuova stagione di serie A ospitando all’Albonico le emiliane del Rugby Colorno FC che nella stagione 2017/2018 hanno portato a casa lo Scudetto, il primo nella storia di questa società. Tante le motivazioni per questo inizio di campionato, una su tutte sarà quella di partire con una vittoria.Queste sono le sensazioni del primo allenatore cussino in vista del match: “Le ragazze arrivano in forma a questo primo appuntamento. Hanno iniziato ad allenarsi dall’ultima settimana di agosto e da allora c’è stata una crescita costante da parte di tutto il gruppo, settimana dopo settimana. Abbiamo lavorato molto per arrivare pronti in vista dell’inizio di questa nuova stagione. Arriviamo da tre settimane di amichevoli che hanno portato buoni risultati, specialmente nell’ultimo incontro disputato. Ho visto una grande attenzione in tutte le fasi, specialmente in quella difensiva. I presupposti sono, dunque, buoni e mi aspetto di assistere a una buona gara in questo avvio di campionato. La squadra che andremo ad affrontare domenica sappiamo quanto sia fisica e quanto sia ostica da affrontare, ma ce la giocheremo con tutti i nostri mezzi per fare in modo che l’esordio stagionale sia il più positivo possibile. Le ragazze sono in forma e soprattutto la rosa è al completo. Le sensazioni sono buone, ma sarà il campo a dare l’ultima risposta.”

Rugby UNDER 14 – MASCHILE

ATTIVITÀ DI BASE E AGONISTICA RIVOLTA A RAGAZZI DAI 12 AI 14 ANNI.

Data inizio corso: 02 SETTEMBRE 2019
Fine Corso: 05 GIUGNO 2020

CONTATTI: SALVATORE FUSCO 338 9426552
[email protected]