CANOTTAGGIO, CAMPIONATI DEL MONDO UNDER 23: 4 medaglie per il CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO TORINESE

Si è svolto lo scorso weekend a Varese il Campionato del Mondo Under 23 di Canottaggio. Gli atleti del Centro Universitario Sportivo torinese hanno vinto 4 medaglie: 2 ORI, 2 ARGENTI. L’obiettivo dell’anno erano questi Campionati del Mondo di Varese. I ragazzi del Centro Universitario Sportivo torinese hanno messo in campo tutta la resilienza e motivazione per portare avanti il loro progetto sportivo e universitario, e il lavoro ha pagato.

Di seguito gli atleti che hanno conquistato una medaglia.

Matteo Tonelli (Scienze Politiche e Sociali, Università di Torino – Atleta Progetto AGON) – ORO 4 di coppia PL: ha partecipato al mondiale come capovoga del quattro di coppia pesi leggeri e si può dire che ha guidato il suo equipaggio ad una vittoria stratosferica, subito in testa dalla partenza non ha dato scampo agli avversari, sia per il distacco inflitto sia perché ha vinto stabilendo il nuovo record del mondo.
Leonardo Tedoldi (Ingegneria Aerospaziale, Politecnico di Torino – Atleta Progetto AGON) – ORO 4 di coppia: ha fatto parte del gruppo olimpico fino dalla partenza del raduno Under 23; ha vinto il mondiale nel quattro di coppia, che è specialità olimpica. La determinazione e la forza messa in campo sono state da grande equipaggio, ogni attacco degli avversari non ha avuto esito. La gara è stata durissima con i tedeschi che hanno tallonato gli atleti dell’equipaggio italiano fino all’ultimo metro, ma la vittoria è stata dell’Italia e di Leonardo!

Khadija Alajdi el Idrissi (Scienze Infermieristiche, Università di Torino – Atleta Progetto AGON) – ARGENTO 4 con: nata sportivamente al CUS Torino, al suo settimo mondiale, è la capitana della squadra femminile, è prossima alla laurea. Al suo ultimo anno Under 23 si è piazzata al secondo posto in quattro con, dietro all’Australia che ha vinto fissando il nuovo record del mondo. Una gara combattutissima fino alla fine, dove le italiane hanno superato gli Stati Uniti negli ultimi 500 metri e si sono aggiudicate un brillantissimo argento.

Alessandra Faella (Politecnico di Napoli) ) – ARGENTO 4 con: quest’anno oltre agli esami scolastici ha preso il brevetto da istruttore 1° livello federale; ormai un’allenatrice in barca che ha guidato con determinazione Khadija e compagne come timoniere verso il secondo posto mondiale e che le è valsa la convocazione per i prossimi Campionati Europei Assoluti.

Lucrezia Baudino (Scienze Infermieristiche, Università di Torino – Atleta Progetto AGON) – 5° POSTO nell’8+: ha conquistato il quinto posto in una gara molto combattuta; solo l’equipaggio degli Stati Uniti era realmente superiore, le italiane hanno gareggiato attaccando sempre e sono rimaste al livello delle altre avversarie, un solo secondo le ha distaccate dalla medaglia di bronzo. Uno dei migliori otto femminile under 23 degli ultimi anni non è bastato a farle salire sul podio, però le ragazze rimangono della stessa categoria e potranno ritentare il prossimo anno.

Queste le parole del responsabile tecnico Mauro Tontodonati: “è stato un anno intenso sia per la quantità di gare sia per il livello che i nostri atleti hanno raggiunto; sono molto soddisfatto dei risultati che inevitabilmente ci aprono la strada a nuovi obiettivi, come sempre, con i piedi per terra e l’umiltà che ci contraddistingue. Studio e Sport devono essere un binomio indissolubile per questi ragazzi d’eccellenza e che mi stimolano a fare sempre il meglio per loro. Ringrazio il Presidente D’Elicio per l’appoggio e la fiducia che ci ha dimostrato che ci hanno portato a questi risultati e a diventare College remiero per la Federazione Italiana Canottaggio. Ringrazio infine tutti i collaboratori che giornalmente lavorano in sezione per portare avanti con passione tutti i nostri progetti”.

Queste giovani atlete ed atleti hanno ottenuto un ottimo risultato – dichiara il Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese Riccardo D’Elicioquesto è anche grazie al Progetto AGON e al Dual Career, che hanno permesso di continuare a studiare praticando sport ad altissimo livello. Il Centro Universitario Sportivo torinese ha atleti di alto profilo agonistico e saranno gli ambassador da qui sino al 2025, in occasione dei Giochi Mondiali Universitari Invernali, del modello che ormai da anni proponiamo a livello nazionale e internazionale”.

Photogallery completa su https://www.facebook.com/custorino

Federazione Italia Canottaggio, Ex pazienti, Circoli remieri, Ospedali e Federsanità Anci “Uniti in barca”

Parte il progetto “Sport terapia integrata” che si rivolge principalmente alla riabilitazione delle donne operate al seno ma anche a chi vuole intraprendere un percorso di corretto stile di vita

Il Piemonte, come già il Lazio, sarà Regione pilota per l’attuazione del progetto “Sport e terapia integrata”. Una iniziativa resa possibile da una collaborazione tra la Federazione Italiana Canottaggio e Federsanità Anci.
“Grazie a questa collaborazione e alla sperimentazione di un anno con equipaggi che hanno remato sul Tevere – ha detto la presidente Nazionale di Federsanità Tiziana Frittelli -, il Canottaggio diventa, in ambito medico sanitario, attività elettiva per la completezza nell’impiego dei distretti muscolari e per la caratteristica di “morbidezza” del gesto tecnico, favorito dalla unicità dell’azione su un carrello scorrevole che annulla grandemente le compressioni articolari impresse dalla gravità, lavorando su un piano perfettamente orizzontale”.
Straordinario anche il contatto con la natura attraverso la pratica all’aria aperta, aspetto che favorisce il rafforzamento del metabolismo cellulare tramite l’azione benefica della luce solare. Laddove inoltre non è possibile la pratica all’aria aperta, il canottaggio può essere praticato «indoor» con l’utilizzo del remoergometro, strumento che consente di lavorare al coperto o in assenza di specchi d’acqua, ma che permette di acquisire il gesto tecnico propedeutico alla voga su imbarcazione. In più il remoergometro di ultima generazione consente una serie di rilevazioni durante la prestazione atletica, utili nel percorso riabilitativo. Infine, grazie al lavoro aerobico e alla ciclicità ripetuta del gesto, il canottaggio, sia «indoor» che all’aria aperta, favorisce la circolazione sanguigna anche periferica e la variazione in generale della densità dei fluidi, prerogativa importante in un’ottica di prevenzione e benessere. Il Canottaggio viene inteso quindi non solo come sport ma soprattutto come disciplina, rappresentando la soluzione ideale per uno stile di vita corretto, in un giusto equilibrio tra mente e corpo.

In Piemonte sono 4 i Circoli remieri che hanno aderito all’iniziativa:
Centro Universitario Sportivo torinese
Armida
Caprera
Cerea

Nelle loro sedi le ex pazienti inviate dalle Breast Unit potranno svolgere la propria attività seguite da istruttori federali individuati dai circoli remieri che hanno aderito all’iniziativa. La formazione inizierà il 17 luglio ed è aperto a tutti gli allenatori ma anche agli osservatori sanitari interessati all’argomento.
In questa prima fase si chiede alle Breast Unit presenti nelle strutture ospedaliere del territorio di aderire al progetto e indicare alle e ai pazienti le strutture sportive di riferimento.
“Uscire dalla malattia significa superarla anche in termini dialettici e poter praticare una disciplina che non si caratterizzi come “riabilitativa” nel senso medico del termine ma un’attività per il benessere in senso olistico accessibile a tutti, per una miglior qualità della vita che favorisca naturalmente la prevenzione – ha spiegato il coordinatore del progetto Nicolò Cavalcanti -. Il canottaggio è ideale per la riabilitazione e per scoprire un nuovo stile di vita a contatto con la natura nel quadro ampio di Sport e Salute. Pratica all’aria aperta ed il concetto di equipaggio rendono il canottaggio disciplina eletta per chi ha affrontato il percorso faticoso della malattia come ad esempio la patologia oncologica.”
Nel corso della sperimentazione c’è stato modo di osservare quanto è importante che il medico comprenda il valore terapeutico del gesto tecnico attraverso l’esperienza diretta. Nella grandissima maggioranza dei casi egli fa una vera e propria “scoperta”, comprende ciò che non è facile intuire solo con l’osservazione esterna. La meraviglia nello scoprire il ruolo del quadricipite, della cintura lombare, dei muscoli addominali, del “muscolo dell’anima” lo Psoas che ci permette la rotazione del bacino e quindi del tronco! Il disegno ergonomico fluido e ripetuto che attraverso la pianta dei piedi esercita una pressione benefica e ciclica sulla pedaliera da vita a una nuova visione a chi opera sui muscoli del petto come nel caso del senologo che pratica la linfectomia necessaria sul linfonodo sentinella. ‘‘Sport Terapia’’ Integrata. Condizione primaria è quella di partire dalla necessità di informare e formare gli oncologi nello specifico i responsabili delle Breast Unit, circa 160 strutture ospedaliere che operano in Italia, per poter consigliare le Pazienti post acuzie quando diventa necessario superare la malattia e riaffacciarsi alla vita in modo attivo e positivo.
“Ruolo di Federsanità Anci Piemonte – ha affermato il presidente Flavio Boraso -, che ha aderito con grande entusiasmo al progetto, è quello di sensibilizzare le Asl e le Aziende Ospedaliere per informare ed informare i responsabili delle Breast Unit in quanto questi dovrebbero essere, oltre che i centri per la valutazione obiettiva degli ex pazienti, anche gli invianti alla pratica consapevole della disciplina.”
Grande importanze nella fase di sviluppo e consolidamento del progetto lo rivestiranno le Associazioni che inviano ex Pazienti alla pratica del Canottaggio. Il progetto “in barca” partirà il prossimo mese di settembre.

Campionati Italiani Assoluti Canottaggio: pioggia di medaglie per il team Torino Universitaria

Pioggia di medaglie per il team Torino Universitaria ai Campionati Italiani Assoluti Canottaggio che si sono svolti nel weekend a Corgeno, Lago di Comabbio.
Un ORO e un BRONZO rispettivamente nel due con e nell’otto per la neo istruttrice ALESSANDRA FAELLA (Ingegneria Civile). Spettacolare ARGENTO in una gara combattutissima nel singolo per LORENZO GAIONE (Laureato in storia e inserito nel progetto AGON). Un altro ARGENTO è arrivato dal quattro di coppia dove i cussini hanno dato un prova di forza e tecnica e si sono arresi solo all’equipaggio olimpico con: PIETRO CANGIALOSI (Scienze della Comunicazione) capovoga, LEONARDO TEDOLDI (Ingegneria Aerospaziale) e FILIPPO GRAZIANO (Ingegneria Energetica) a centro barca LORENZO GAIONE prodiere (tutti inseriti nel progetto AGON). Medaglia d’ARGENTO per il quattro senza femminile che dopo una gara tiratissima perde negli ultimi 400 metri l’oro con: KHADIJA ALAJDI EL IDRISSI, LUCREZIA BAUDINO e ALICE CERUTTI, (tutte iscritte ad Infermieristica e anche loro appartenenti al progetto AGON) con GAIA COLASANTE. Ancora una medaglia ma di BRONZO questa volta arriva da PIETRO CANGIALOSI e LEONARDO TEDOLDI nel doppio.
Ancora due ORI arrivano dalle nostre atlete con il doppio tesseramento Fiamme Oro – CUS Torino KIRI TONTODONATI (Psicologia) e VERONICA BUMBACA (SUISM) nella specialità del quattro di coppia.
Quarto posto nel quattro senza composto da MATTEO TONELLI (Scienze Politiche e Sociali-AGON), TOMMASO CERRUTI (Computer Engineering-AGON) TANCREDI PALUMBO (Ingegneria dell’Autoveicolo) e MASSIMO GIACOBBE (Ingegneria Fisica-AGON). Quarto posto per il quattro di coppia di KHADIJA ALAJDI EL IDRISSI, GAIA COLASANTE, ALICE CERUTTI, LUCREZIA BAUDINO.
Nel campionato juniores ottimo quinto posto per le giovani CECILIA FERRARI, ANNA MANGIA, GINEVRA BOTTEGA, BEATRICE CARRIERO.

Torino Universitaria: i risultati del weekend

Nel weekend ottimi risultati per i team e gli atleti del Centro Universitario Sportivo torinese.

BADMINTON
Serie C

Sfiorata la promozione in serie B per la formazione della Torino Universitaria Badminton. La squadra giovane, multietnica e universitaria è formata da:
Nima Bahrami (Environment engineering – PoliTo)
Baptiste Hugo Charrier (Scienze dei materiali – UniTo)
Jaisy Bridgette Devadasse (Cellular and molecular biology – UniTo)
Amin Eftekhari (Computer engineering – PoliTo)
Valentina Guicciardi (5° liceo)
Beatrice Mazzarella (Beni culturali – UniTo)
Lorenzo Milito (Comunicazione, ICT e Media – UniTo)

CANOTTAGGIO
Si è svolto sabato 9 e domenica 10 aprile il MEMORIAL D’ALOJA.
Di seguito i risultati di sabato:
Gaia Colasante ARGENTO 4x
Lorenzo Gaione e Leonardo Tedoldi ARGENTO 4x
Pietro Cangialosi BRONZO 4x
Kiri Tontodonati BRONZO 2x
Matteo Tonelli BRONZO 2x
Khadija Alajdi El Idrissi QUARTO POSTO 2-
Veronica Bumbaca QUARTO POSTO 4-
Lucrezia Baudino OTTAVO POSTO 4-
Di seguito i risultati di domenica:
Lorenzo Gaione ORO 4x
Gaia Colasante ARGENTO 4x
Veronica Bumbaca ARGENTO 8+
Kiri Tontodonati ARGENTO 2x
Matteo Tonelli BRONZO 2x
Veronica Bumbaca QUARTO POSTO 4-
Khadija Alajdi el Idrissi QUINTO POSTO 2-
Lucrezia Baudino SETTIMO POSTO 4-
Leonardo Tedoldi DECIMO POSTO 1x

DANZA SPORTIVA
Campionato Regionale Danza Sportiva
ORO gruppo universitario Modern Contemporary Over 17 classe unica
Marta Marietti (Scienze Motorie): BRONZO classe B assolo modern contemporary
Valentina Vona (Ingegneria Gestionale): ARGENTO classe A assolo modern Contemporary

HOCKEY SU PRATO
Serie A1 femminile
Butterfly – Torino Universitaria 2-0
Serie A2 maschile
HCC Butterfly – Torino Universitaria. 2-0

PATTINAGGIO GHIACCIO
La cussina Giulia Montagna ha conquistato la medaglia di BRONZO alla FINALE del CAMPIONATO ITALIANO SILVER, categoria prenovice.

RUGBY
Serie A maschile
VII Rugby Torino – Itinera Torino Universitaria 15 – 57

VOLLEY
Serie C femminile

Vittoria per 3-0 su Omegna e primato in classifica a tre giornate dal termine della regular season per la formazione del Synesthesia Torino Universitaria

TORINO UNIVERSITARIA: nel CANOTTAGGIO titolo tricolore nel quattro di coppia Under 23 maschile

Weekend d’oro per il team di canottaggio Torino Universitaria che vince il Titolo Tricolore nel quattro di coppia Under 23 maschile. La medaglia è stata conquistata da Matteo Tonelli (Scienze Politiche e Sociali – Atleta Progetto AGON), Lorenzo Gaione (Storia – Atleta Progetto AGON), Filippo Graziano (Ingegneria Energetica – Atleta Progetto AGON) e Massimo Giacobbe (Ingegneria Fisica – Atleta Progetto AGON), tutti atleti vincitori della borsa di studio AGON, che, sotto la guida del tecnico Mauro Tontodonati, coadiuvato da David Nestola, sono saliti sul gradino più alto del podio nella gara di fondo tenutasi a Sabaudia.

Inaugurato l’Anno Accademico Sportivo 2021/2022

È stato inaugurato ufficialmente oggi, martedì 23 novembre, l’Anno Accademico Sportivo 2021/2022. La cerimonia si è svolta nella mattinata presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Torino, Cavallerizza Reale.
È stata un’occasione importante per fare un bilancio dell’ultima stagione del Centro Universitario Sportivo torinese, affrontata con numerose difficoltà portate dalla pandemia causata dal Covid che ha messo in seria difficoltà lo sport a livello mondiale, ma anche per presentare i nuovi progetti cussini. Nato nel 1946, il Centro Universitario Sportivo torinese nel 2021 festeggia il suo 75° anniversario dalla fondazione.
Come di consueto il momento è stato solenne, presenti infatti tante autorità accademiche, politiche e istituzionali del capoluogo sabaudo, oltre agli atleti e ai dirigenti delle sezioni del Centro Universitario Sportivo torinese.
Al tavolo dei relatori erano presenti: il Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese Riccardo D’Elicio, il Magnifico Rettore dell’Università di Torino Stefano Geuna, la Prorettrice del Politecnico di Torino Laura Montanaro, Ivo Ferriani, Executive Board CIO, l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca, il neo Assessore allo Sport della Città di Torino Domenico Carretta. Inoltre anche tre videomessaggi di saluti: quello del Presidente FISU Leonz Eder, quello del Presidente CUSI Antonio Dima e quello del Vicepresidente Vicario del CONI Silvia Salis, prima “ambassador” della nona edizione di Just the Woman I Am, evento che dal 2014, attraverso una corsa – camminata di 5km, raccoglie i fondi per la ricerca universitaria sul cancro, promuove la prevenzione, i corretti stili di vita, l’inclusione e la parità di genere. Le iscrizioni verranno aperte ufficialmente giovedì 25 novembre, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (https://jtwia.org/).
Inoltre in rappresentanza di tutti gli atleti cussini è stata presentata l’eccellenza sportiva del CUS Torino, gli atleti vincitori della borsa di studio AGON (https://progettoagon.it/).
Per la prima volta hanno preso la parola anche due atleti-studenti cussini: Anna Arnaudo (studentessa di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino e borsista AGON, Vice Campionessa Europea 2021 sui 10.000 mt) e Davide Re (studente di Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Torino, ha gareggiato alle Olimpiadi di Tokyo sui 400 mt e nella staffetta 4×400).



E’ stata quindi la volta degli interventi dei relatori presenti al tavolo.
A prendere la parola per primo è stato il padrone di casa, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Torino, Stefano Geuna: “arriviamo da due anni difficili, da cui stiamo uscendo più forti di prima. L’assegnazione delle Universiadi Invernali 2025 è un messaggio importante per il territorio e la città, come rilancio ed impegno sociale. Tra pochi giorni l’Università di Torino riceverà il titolo di LT Campus, ovvero rientrerà tra le Università Campus della salute sostenibile e questo per noi è un grande orgoglio. La crescita delle Dual Career dimostra che il percorso universitario può essere parallelo a quello sportivo e che c’è la volontà di far convivere i due fattori nella quotidianità dei nostri studenti-atleti. Bisogna infine diffondere la cultura dello sport nell’università perché migliaia di universitari possano praticare sport, grazie al CUS”.
È stata, poi, la volta della Prorettrice del Politecnico di Torino, Laura Montanaro: “lo sport è una parte fondamentale della formazione dei nostri giovani che saranno i cittadini di domani. Arriviamo da un periodo difficile dal quale iniziamo ad uscire e lo sport ci ha accompagnati nella risalita. Sono arrivati dai nostri atleti dei messaggi importanti, su tutti vorrei citare la vittoria di Sonny Colbrelli alla Parigi-Roubaix e il suo pianto liberatorio all’arrivo, e il podio tutto italiano nei 100 metri femminili paralimpici con Sabatini, Caironi e Contrafatto”.
La parola è poi passata a Ivo Ferriani, Executive Board CIO: “penso di poter essere un piccolo modello di ciò che significa sport universitario essendo stato atleta CUS e ora dirigente CIO. Vorrei porre l’accento sugli sportivi che non vincono, tutti gli atleti hanno un valore e lo sport aiuta a misurarsi. Dobbiamo preparare gli atleti al loro futuro perché terminata la carriera sportiva dovranno imparare ad affrontare la vita. Il sistema universitario deve aprire la mente alla vita dopo lo sport, che può e deve essere funzionale al futuro di ognuno”. 
Ha preso, poi, la parola l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca: “abbiamo fatto un lungo lavoro di squadra per arrivare ai Giochi Mondiali Universitari 2025 e sono convinto che possano essere un momento di rilancio anche per il turismo. La collaborazione tra Regione e sport universitario prosegue e in settimana è stato firmato l’accordo di programma col Comune di Torino per il rifacimento del manto del campo da hockey su prato di corso Tazzoli. Il CUS è come il vino buono che invecchiando migliora. Questi primi 75 anni sono stati un buon inizio ma il domani sono certo che sarà ancora migliore e ricco di soddisfazioni. Infine ci tengo a ringraziare il CUS per aver concesso uno dei suoi impianti come Hub vaccinale”.
E’ stata la volta di Domenico Carretta, neo Assessore allo Sport della Città di Torino: “si torna alla normalità e dovremo uscire da questo momento costruendo sistema tra le eccellenze del territorio. Mi rivedo nel progetto Dual Career perché da studente mi ritrovai costretto a fare una scelta e a rinunciare a una possibile carriera sportiva. Credo invece che si debba dare possibilità di poter far convivere entrambi i fattori, lo sport e lo studio”.
A chiudere gli interventi è stato il Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese, Riccardo D’Elicio: “oggi il CUS Torino è un’eccellenza, un patrimonio di questa città. I Giochi Mondiali Universitari Torino 2025 ci dovranno permettere di avviare un progetto per rilanciare la città e gli atenei. Chi viene a Torino deve avere servizi che possano attirare gli studenti. Ora si parla di Dual Career ed è una cosa molto importante perché anche le Università iniziano a capire il valore formativo che dà lo sport e si sta dando la disponibilità agli studenti-atleti di poter proseguire il proprio percorso scolastico senza dover abbandonare lo sport. Mi auguro infine che si possa far entrare l’attività fisica nella prevenzione delle malattie”.
Sono quindi intervenuti Anna Arnaudo e Davide Re. Queste le parole della studentessa-atleta del Politecnico di Torino: “sono stata sempre molto brava a scuola con una media del nove abbondante. Ho proseguito ad ingegneria con una media del 30 e in parallelo col progetto giovani talenti che prevede esami aggiuntivi. Parallelamente sono stata otto volte sul podio ai campionati italiani e seconda ai recenti Europei. La mia vita è sempre stata un parallelo tra studio e sport, e questo mi ha aiutata molto nella mia quotidianità”. Queste le parole di Davide: “ho iniziato il mio percorso universitario nel 2014 ma per un certo periodo ho anche pensato di smettere perché l’atletica mi portava via troppo tempo. Devo però ringraziare i professori e il Presidente D’Elicio che mi hanno convinto a riprendere gli studi nel 2019. Quello è stato anche il mio anno migliore dal punto di vista sportivo, con i due record italiani e un primato sotto i 45”, unico italiano a riuscirci fino ad oggi”.
Al termine della cerimonia sono stati conferiti i premi speciali.
Davide Re e Veronica Silvia Biglia, due atleti che hanno rappresentato il sistema universitario sportivo torinese alle Olimpiadi e ai Giochi Paralimpici di Tokyo.
Il Centro Universitario Sportivo torinese, come di consueto in questa circostanza, vuole omaggiare chi ha contribuito in maniera decisiva al raggiungimento dei propri obiettivi e alla riuscita delle manifestazioni. Il premio al “Giornalista dell’Anno” viene quest’anno consegnato a Manlio Gasparotto, giornalista de “Il Corriere della Sera”, quale tributo per l’interesse nei confronti dell’intero sistema sportivo universitario da parte della redazione da lui rappresentata. Il premio “Azienda dell’Anno” viene conferito a “Reale Mutua” e “Banca Reale” quale tributo per l’impegno, il coinvolgimento, la dedizione e l’operato nei confronti dell’intero sistema sportivo universitario. In quest’occasione ufficiale viene anche consegnato un premio al Dirigente CUS dell’anno, Francesca Cattaneo responsabile del Pattinaggio su Ghiaccio.

LINK CARTELLA STAMPA E FOGLI PARTNER: https://linktr.ee/CUSTorinoEventi

Potrete trovare altre FOTO da domani, mercoledì 24 novembre 2021, sulla pagina ufficiale Facebook del CUS Torino: www.facebook.com/custorino.

FOTO MARIO SOFIA

Torino Universitaria: i risultati del weekend

Nel weekend ottimi risultati per i team e gli atleti del Centro Universitario Sportivo torinese.

BADMINTON
Al 4° Torneo Superseries 2021 di Chiari (BS) terzo posto in singolo e doppio femminile categoria Senior per Lidia Rainero

CALCIO A 11
ECCELLENZA FEMMINILE

CUS Torino – Novese 9 – 0
TERZA CATEGORIA MASCHILE
Go Sport – CUS Torino 1-2

CANOTTAGGIO
5° tempo assoluto e Argento categoria Under 23 per Lorenzo Gaione alla Silver Skiff.

HOCKEY PRATO
SERIE A1 F
Valverde – Torino Universitaria 3-3
SERIE A2 F
CUS Torino – Valchisone 3-3
SERIE A2 M
Moncalvese – Hcu Rassemblement 2-2

LOTTA
Finale di Coppa Italia di Lotta Greco-Romana – Faenza 2021: medaglia di bronzo per i cussini Giovanni Di Leo e Federico Mazziotta.

ORIENTEERING
Bi-sprint Cuneo Trofeo Luciano Pilati. Primo posto per Luigino Zanella, secondo posto per Carla Balma

RUGBY
SERIE A M – F
Quarta giornata di campionato per le serie A della Torino Universitaria Rugby. La formazione maschile dell’ITINERA TORINO UNIVERSITARIA RUGBY vince 5-34 in trasferta sul campo dell’Amatori Rugby Alghero. La femminile del BARRICALLA TORINO UNIVERSITARIA RUGBY ha perso 0-61 all’Albonico contro la corazzata del Valsugana Rugby Padova.

TENNISTAVOLO
SERIE A2 M
Vigevano Sport TT – Frandent Group Torino Universitaria vittoria 1-4

VOLLEY
SERIE C F
Synesthesia CUS Collegno – Vega Occhiali Rosaltiora 3-0
Successo con la prima in classifica per le giovani cussine
SERIE C M
Altiora – CUS Torino 3-0

Il Centro Universitario Sportivo torinese e i Lions Club International insieme per la Giornata mondiale del diabete

Il 14 novembre si celebra la Giornata mondiale del diabete, istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation (IDF) e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sul diabete, sulla sua prevenzione e gestione.
Il Centro Universitario Sportivo torinese aderisce alla campagna promossa dai Lions Club International e propone una settimana di attività sportiva gratuita presso i propri impianti. Purtroppo, ancora oggi  circa il 3% delle persone tra i 35 ed i 69 anni ha il diabete ma non lo sa. La diagnosi precoce e l’adesione alle terapie sono fondamentali per prevenire o ritardare il vero problema del diabete, cioè le possibili complicanze croniche, che hanno un impatto socio-sanitario per il malato e la sua famiglia. Adottare una corretta alimentazione, praticare attività fisica, mantenere un peso appropriato, evitare fumo ed alcol contribuiscono a prevenire l’insorgenza e le complicanze del diabete mellito di tipo 2 e aiutano a gestire la patologia, a volte con risultati più duraturi e vantaggiosi rispetto alla sola terapia farmacologica.
Inoltre il CUS aderirà anche alla campagna social “Pollice BLU”: chiunque potrà aderire scattandosi un selfie con la mano in primo piano con il pollice all’insù (OK) con il polpastrello colorato di blu, e pubblicare sui propri profili con gli hashtag #LIONSFIGHTDIABETES, taggando @lions108ia1 @custorinoofficial @torinodonna.

Di seguito il programma della settimana delle ore gratuite presso gli impianti cussini:

BRACCINI (via Braccini 1, Torino) – LUNEDì 8 NOVEMBRE
9:00 – 11:00: fitness e prevenzione muscolare
11.00 – 12.00: pilates (30 posti)
12.00 – 13.00: yoga (30 posti)

QUARELLO (via Quarello 15, Torino) – MARTEDì 9 NOVEMBRE
9.00 – 11.00 fitness e prevenzione muscolare
11.00 – 12.00 DIFESA PERSONALE
12.00 – 13.00 ACROYOGA

SICILIA (corso Sicilia 50, Torino) – MERCOLEDì 10 NOVEMBRE
9 – 10 TENNIS (2 campi)
10-12 CANOTTAGGIO

VIA MILANO (via Milano 63, Grugliasco) – GIOVEDì 11 NOVEMBRE
10 – 12 TENNIS (1 campo)
14 – 16 CALCIO  (2 campi calcetto o campo calcio 11)

ARTOM/PANETTI (via Artom 30, Torino – via Panetti 30, Torino)– VENERDì 12 NOVEMBRE
10 – 11 BUNGEE FLY  (12 posti)
11 – 12 PILATES (18 posti)
14.30 – 16.30 GOLF

Campionati Nazionali Universitari 2021 a Sabaudia: il Centro Universitario Sportivo torinese primo nel medagliere del Canottaggio

Il Centro Universitario Sportivo torinese ha conquistato il primo posto nel medagliere del canottaggio ai Campionati Nazionali Universitari (CNU) che si sono svolti il 23 e il 24 ottobre a Sabaudia (Latina). 27 medaglie in totale per il Centro Universitario Sportivo torinese: 5 ori e 3 argenti nella canoa e 10 ori, 4 argenti e 5 bronzi nel canottaggio per il team guidato dai coach Mauro e Matteo Tontodonati. Il CUS Roma conquista il medagliere nella canoa e kayak.

SABAT0 23 OTTOBRE
CANOA
Oro nel C1 1000 con Leonardo Quattroccolo (SUISM)
Oro nel C2 1000 con Leonardo Quattroccolo (SUISM) e Edoardo Calò (SUISM)
Argento nel C1 500 con Camilla Pagliuca (Chimica e Tecnologie Chimiche)

CANOTTAGGIO 500 mt
Oro nel doppio: Pietro Cangialosi (Scienze della Comunicazione – Atleta Progetto AGON) e Lorenzo Gaione (Storia – Atleta Progetto AGON)
Oro nel 4 senza: Matteo Tonelli (Scienze Politiche e Sociali – Atleta Progetto AGON), Tommaso Cerruti (Computer Engineering – Atleta Progetto AGON), Tancredi Palumbo (Ingegneria Aerospaziale) e Massimo Giacobbe (Ingegneria Fisica – Atleta Progetto AGON)
Oro nel 2 senza: Khadija Alajidi El idrissi (Infermieristica – Atleta Progetto AGON) e Lucrezia Baudino (Infermieristica – Atleta Progetto AGON)
Oro nel Doppio: Marta Falossi (Ingegneria Gestionale) e Anna Rossi (Ingegneria Ambientale)
Oro nella Staffetta Doppio: Pietro Cangialosi (Scienze della Comunicazione – Atleta Progetto AGON) e Lorenzo Gaione (Storia – Atleta Progetto AGON)
Oro nell’Otto+: Alessandro Gardino (Economia), Filippo Fornara (Management dell’Informazione), Andrea Carando (Economia Aziendale), Filippo Graziano (Ingegneria Energetica – Atleta Progetto AGON), Massimo Giacobbe (Ingegneria Fisica – Atleta Progetto AGON), Tancredi Palumbo (Ingegneria Aerospaziale), Matteo Tonelli (Scienze Politiche e Sociali – Atleta Progetto AGON), Tommaso Cerruti (Computer Engineering – Atleta Progetto AGON), Tim. Alessandra Faella (Ingegneria Civile)
Argento nel 4 con: Alessandro Gardino (Economia), Filippo Graziano (Ingegneria Energetica – Atleta Progetto AGON), Andrea Carando (Economia Aziendale) e Filippo Fornara (Management dell’Informazione), Tim. Alessandra Faella (Ingegneria Civile)
Bronzo nel singolo: Dora Tufano (Giurisprudenza)
Bronzo nel 4 di coppia: Marta Falossi (Ingegneria Gestionale), Alice Cerutti (Infermieristica – Atleta Progetto AGON), Anita Boldrino (Ingegneria Chimica) e Dora Tufano (Giurisprudenza)
Bronzo nel due senza: Mario Viglino (Psicologia) e Luigi Vaccarino (Ingegneria Elettronica)

DOMENICA 24 OTTOBRE
CANOA
Oro nel C1 500: Edoardo Caló (SUISM)
Oro nel C2 500: Edoardo Caló (SUISM) e Leonardo Quattroccolo (SUISM)
Oro nel C1 200: Edoardo Caló (SUISM)
Argento nel C1 500: Leonardo Quattroccolo (SUISM)
Argento nel C1 200: Camilla Pagliuca (Chimica e Tecnologie chimiche)

CANOTTAGGIO 2000 mt
Oro nel 4 con: Alessandro Gardino (Economia), Andrea Carando (Economia Aziendale), Filippo Fornara (Management dell’Informazione) e Filippo Graziano (Ingegneria Energetica – Atleta Progetto AGON), Tim. Alessandra Faella (Ingegneria Civile)
Oro nel 4 senza: Matteo Tonelli (Scienze Politiche e Sociali – Atleta Progetto AGON), Tommaso Cerruti (Computer Engineering – Atleta Progetto AGON), Tancredi Palumbo (Ingegneria Aerospaziale) e Massimo Giacobbe (Ingegneria Fisica – Atleta Progetto AGON)
Oro nel 2 senza: Khadija Alajidi El idrissi (Infermieristica – Atleta Progetto AGON) e Lucrezia Baudino (Infermieristica – Atleta Progetto AGON)
Oro nel doppio: Pietro Cangialosi (Scienze della Comunicazione – Atleta Progetto AGON) e Lorenzo Gaione (Storia – Atleta Progetto AGON)
Argento nel 4 di coppia: Khadija Alajidi El idrissi (Infermieristica – Atleta Progetto AGON), Lucrezia Baudino (Infermieristica – Atleta Progetto AGON), Alice Cerutti (Infermieristica – Atleta Progetto AGON) e Marta Falossi (Ingegneria Gestionale)
Argento nel singolo: Pietro Cangialosi (Scienze della Comunicazione – Atleta Progetto AGON)
Argento nell’Otto+: Alessandro Gardino (Economia), Lorenzo Gaione (Storia – Atleta Progetto AGON), Andrea Carando (Economia Aziendale), Filippo Graziano (Ingegneria Energetica – Atleta Progetto AGON), Massimo Giacobbe (Ingegneria Fisica – Atleta Progetto AGON), Tancredi Palumbo (Ingegneria Aerospaziale), Matteo Tonelli (Scienze Politiche e Sociali – Atleta Progetto AGON), Tommaso Cerruti (Computer Engineering – Atleta Progetto AGON), Tim. Alessandra Faella (Ingegneria Civile)
Bronzo nel 2 senza:  Mario Viglino (Psicologia) e Luigi Vaccarino (Ingegneria Elettronica)
Bronzo nel doppio: Marta Falossi (Ingegneria Gestionale) e Anita Boldrino (Ingegneria Chimica)

Canoa e Canottaggio – Ecco gli atleti che rappresenteranno gli Atenei torinesi ai CNU 2021 a Sabaudia

Sono 11 i Centri Universitari Sportivi in gara questo fine settimana a Sabaudia, sul lago Paola, per i Campionati Italiani Universitari 2021, tra questi anche il Centro Universitario Sportivo torinese.
Complessivamente, all’ombra del Circeo si sfideranno per i tricolori universitari 115 atleti, per oltre 130 barche al via. Oltre a Torino saranno presenti anche i seguenti CUS: Ferrara, Firenze, Genova, Insubria (Varese e Como), Milano, Mo.Re (Modena e Reggio Emilia), Padova, Pavia, Pisa e Trento.
Con 20 atleti iscritti, sono CUS Pavia e CUS Torino le squadre più numerose. Per quanto concerne invece il numero degli equipaggi, sono ben 24 quelli agli ordini del CUS Torino, che primeggia in questa graduatoria sulle 23 barche del CUS Pavia e le 20 del CUS Milano.
Gli atleti, guidati dal tecnico mauro Tontodonati, che rappresentano gli Atenei torinesi sono i seguenti:
Andrea Carando (SC Cerea – Economia Aziendale), campione del Mondo e d’Europa nel quattro con maschile
Lucrezia Baudino (CUS Torino – Atleta Progetto AGON – Infermieristica) bronzo nel quattro di coppia femminile ai Mondiali Under 23 di Racice
Khadija Alajdi El Idrissi (CUS Torino – Atleta Progetto AGON – Infermieristica) bronzo nel quattro con femminile ai Mondiali Under 23 di Racice
Matteo Tonelli (CUS Torino – Atleta Progetto AGON – Scienze politiche e sociali) bronzo nel quattro di coppia Pesi Leggeri maschile ai Mondiali Under 23 di Racice
Dora Tufano (Marina Militare/CUS Torino – Giurisprudenza) argento nel quattro con femminile agli Europei Under 23 di Kruszwica 
Pietro Cangialosi (SC Padova/CUS Torino – Scienze della Comunicazione) e Lorenzo Gaione (CUS Torino – Atleta Progetto AGON – Storia) bronzo in quattro di coppia maschile agli Europei Under 23 di Kruszwica
Anna Rossi (SC Caprera/CUS Torino – Ingegneria Ambientale) partecipazione agli Europei Under 23
Alice Cerutti (CUS Torino – Atleta Progetto AGON – Infermieristica) partecipazione agli Europei Under 23
Anita Rosa Boldrino (SC Caprera/CUS Torino – Ingegneria Chimica) partecipazione agli Europei Under 23
Alessandra Faella (CUS Torino) timoniera, argento agli Europei Under 23
I coach della canoa Matteo Tontodonati e Luca Lampis sono a guida della delegazione formata da:
Leonardo Quattroccolo (CUS Torino – SUISM) e Edoardo Calò (CUS Torino – SUISM) sui 1000 e 500 m C1 e C2
Camilla Pagliuca (CUS Torino – Chimica) gareggerà sui 500 e 200 m in C1