Torino Universitaria: i risultati del weekend

Nel weekend ottimi risultati per i team e gli atleti del Centro Universitario Sportivo torinese.

ATLETICA
Anna Arnaudo, studentessa di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino e atleta del team #Battaglio CUS Torino Atletica Leggera, ha conquistato il titolo di Campionessa Italiana Promesse sulla 20 km su strada e Vice Campionessa italiana assoluta con 32’51”.

CALCIO
ECCELLENZA FEMMINILE
La prima squadra femminile di calcio a 11 ha vinto 1-0 sull’Alessandria.

HOCKEY PRATO
A1F: TORINO UNIVERSITARIA KO MA A TESTA ALTA
Sconfitta con onore e un pizzico di rammarico per il Torino Universitaria Hockey Prato femminile nel secondo turno del campionato di A1 femminile contro le campionesse d’Italia in carica dell’Argentia.
HC ARGENTIA-TORINO UNIVERSITARIA 3-1 (1-0, 1-1, 0-0, 1-0)
HC ARGENTIA:
Brizzi; Ponso, Wybieralska, Bianchi; Pacella, Bavaro, Riachi, Norbis; De Biase, Grenon, Garaffo. Subentrate: Mortarino, Orengo, Bogliolo, Rovati. All: Luca Fabrizio.
TORINO UNIVERSITARIA: Sorial; Vyhanyaylo, Agrò, Nogueira; Raimo, Costa, Best, C. Di Bella; Galli, Fornari, Veto. Subentrate: N. Di Bella, Mulas. N.e: Franco, Caffaratti, Coggiola, Betti Dall’Ava. All: Emanuel Falcioni.
ARBITRI: Angius e Capassi. DTC: Miceli.
RETI: 11′, 16′ De Biase, 29′ Costa, 47′ Bianchi.
A2M: PAREGGIO PER HCU RASSEMBLEMENT
Pareggio 3-3 per i cussini dell’HCU Rassemblement con il Superba. A segno per i gialloblù due volte Giuliano Medici e Davide Marro.

LOTTA
Ottimi risultati per i cussini ai Campionati Italiani Esordienti e Ragazzi di Lotta.
Esordienti
ORO a squadre nelle donne Esordienti e Argento a squadre nella Greco Romana Esordienti.
ORO: Arbore Lorenzo (38 kg GR), Bufis Francesco (44 kg GR), Alessi Gabriele (68 kg GR), Pira Maria Sofia (62 kg LF)
ARGENTO: Uberti Enrico (62 kg GR), Trudu Elisa (57 kg LF), Capuano Marzia (62 kg LF)
BRONZO: Caianiello Elia (62 kg GR), Kazazi Kevin (75 kg GR), Celardo Giulia (57 kg LF)
Ragazzi
ORO per Teta Nidal (61 kg GR)

TENNISTAVOLO
SERIE A2 M

Il Frandent Group Torino Universitaria è stato sconfitto 4-2 dal TT Genova Cervino.

Torino Universitaria: nel weekend ottimi risultati per le squadre e gli atleti cussini

Nel weekend ottimi risultati per i team e gli atleti del Centro Universitario Sportivo torinese.

LOTTA
Francesca Indelicato è campionessa del mondo di Beach Wrestling nei 60 kg; la cussina ha conquista l’oro nella finale di World Series a Constanta (Romania). Francesca ha sostenuto e vinto ben quattro incontri con avversarie molto esperte, ha saputo dominare la sua categoria in modo impeccabile: il primo combattimento contro la rumena Denis Fodor si è concluso 1 a 0, il secondo con l’altra rumena Stefania Baraga si è concluso 3 a 0, il terzo, ancora con una rumena, Dobre Tabita, 3 a 0, e poi con la greca Giorgia Gkougkoudi 3 a 0. In finale ha invece incontrato l’ucraina Anastasija Krauchenko sulla quale si è imposta guadagnando l’oro finale.

ATLETICA
Il team #Battagio CUS Torino Atletica Leggera ha conquistato il quarto posto con la Squadra Allieve alla finale Nazionale dei Campionati di Società. Vittorie per Great Nnachi (100 e salto in lungo), Laura Fornaris (Asta) e Sofia Cafasso (3000 mt).





Battaglio Torino Universitaria Atletica – Cinque medaglie ai CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI ALLIEVI

Cinque medaglie per il team Battaglio Torino Universitaria Atletica ai Campionati Italiani Individuali Allievi che si sono svolti nel weekend a Rieti.
I risultati sono stati i seguenti:
ORO
Great Nnachi: salto con l’asta 4.00 m
Sofia Cafasso: 2000 metri siepi 6’54”33
ARGENTO
Great Nnachi: 100 metri piani   11”84
Gabriele Angiono: 800 metri piani  1’50”68
BRONZO
Beatrice Carpinello: prove multiple  4571 punti

Battaglio Torino Universitaria Atletica – Argento Europeo per Anna Arnaudo

Argento per la cussina Anna Arnaudo ai Campionati Europei Under 23 di Tallin. L’atleta del Battaglio Torino Universitaria Atletica allenata da Gianni Crepaldi, studentessa di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, ha conquistato la medaglia sui 10.000 metri con la migliore prestazione italiana e il tempo di di 32:36.98, record italiano promesse.

Atletica leggera universitari

Il corso si svolge presso l’impianto di via PANETTI  il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18.30 alle 20.00, frequenza 3 volte a settimana 

  • Inizio corso: 20/09/2021
  • Fine corso: 17/06/2022

La quota comprende:

– Lezioni di 1h30 da settembre a giugno

– Supporto tecnico di istruttori federali

– Tesseramento CUS e Assicurazione

– Test di valutazione sportiva ad inizio anno e valutazione finale

– T-shirt CUS Torino 2021/2022

Il tesseramento FIDAL per partecipare alle gare costa 50,00 € ed è necessartio certificato medico agonistico per l’atletica leggera

Possibilità di acquistare il kit abbigliamento sportivo (tuta, zaino) al costo di 50,00 €

Vieni a trovarci sul sito https://atletica.custorino.it

 

VIENI A PROVARE!

E’ possibile fare una settimana di prova recandosi direttamente presso l’impianto

 

ISCRIZIONI

– c/o SEGRETERIA: via Braccini  1 dalle ore 15:00- alle 18:30 (chiedere di Ilenia)

– VIA MAIL: inviando copia del modulo cus torino compilato, certificato medico e contabile del bonifico intestato a A.S.D. CUS TORINO alla mail [email protected]  –  IBAN: IT73Q0313801000000013275318  presso Banca reale

IMPORTANTE = per le iscrizioni fatte tramite email in caso di nuovi iscritti è comunque necessario passare in segreteria e ritirare la tessera per accedere allo Stadio Primo Nebiolo

Vieni a trovarci sul sito https://atletica.custorino.it

CONTATTI

Mimmo Rapallo 340 422 9684 (attivo dopo le ore 14.00)
[email protected]

 

Il Centro Universitario Sportivo torinese vince il tricolore di endurance femminile

Il Festival dell’Endurance di Modena era anche valido come campionato di società: sia di specialità – endurance (sommando i risultati di Modena e Vittorio Veneto) e marcia – sia per completare le classifiche delle varie categorie dopo i campionati italiani di Padova, Rieti e Grosseto.

Nella categoria assoluta di Endurance successo per la squadra femminile del Centro Universitario Sportivo torinese (3932 punti), che conquista anche il secondo posto nella categoria juniores/promesse (3520 punti); in campo maschile invece il club torinese si classifica al terzo posto (3756 punti).
Martina Merlo, Anna Arnaudo, Francesca Marangi Agostino, Sara Brogiato, Chiara Verteramo, Elisabetta Bray, Arianna Niccolai, Cristina Zerlottin, Marzia Seccaticci, Valentina Vallegra, Elisa Giuliani e Sofia Giovannini sono le cussine che hanno conquistato il primo gradino del podio nel Campionato Italiano di Endurance.

MEDAGLIE INDIVIDUALI
DONNE
Martina Merlo (Aeronautica/CUSTorino): prima assoluta e Campionessa Italiana 3000 siepi, terza assoluta 5000 mt
Francesca Marangi (CUS Torino): terza classificata cat. promesse 1500 mt
Anna Arnaudo (CUS Torino): terza classificata cat. promesse 5000 mt
UOMINI
Francesco Breusa (CUS Torino): secondo classificato cat. promesse 3000 siepi
Federico Tontodonati (Aeronautica/CUSTorino): terzo assoluto Marcia 10km

LIVIO BERRUTI racconta la grande Olimpiade

Roma 60, 60 anni dopo. Livio Berruti racconta la grande olimpiade è una mostra virtuale nata per celebrare la vittoria olimpica di Livio Berruti, Presidente della Fondazione Arte Nova, nel sesto decennale del grande evento.

Ideata e curata da Elena Franco, direttrice artistica della Fondazione, raccoglie inedite fotografie dell’archivio personale di Livio Berruti, storiche immagini gentilmente concesse dal CIO e dal CONI e una video-intervista, realizzata dal giornalista sportivo Nicola Roggero, in cui l’atleta racconta la sua grande Olimpiade.

Le fotografie presentate sono allo stesso tempo ricordi e documenti e testimoniano quelle che vennero definite le Olimpiadi della speranza, perché segnarono la fine di un’era e l’inizio di un’altra e, soprattutto, furono la realizzazione di un sogno sportivo e umano: quello del boom economico, di un mondo che cambiava, pronto ad abbattere tutte le barriere.

Si svolsero a Roma dal 25 agosto all’11 settembre 1960 e vi parteciparono 84 nazioni, con oltre 5000 atleti. Il velocista Livio Berruti riuscì ad interrompere il dominio degli americani nei 200 metri piani, uguagliando due volte nell’arco di due ore il record mondiale di 20″5, oggi detenuto da Usain Bolt con 19”19, fissato ai Mondiali di Berlino del 2009.

Wilma Rudolph, Classius Clay, Nino Benvenuti, Giusi Leone, Abele Bikila, i fratelli D’Inzeo e molti altri atleti immortalati in azione, sul podio o durante una pausa, insieme alle immagini reportistiche della Roma di quei giorni, sono i protagonisti di questa carrellata di memorie, che rivivono anche nell’intervista a cura di Nicola Roggero, in cui Livio Berruti – ancora oggi carico di energia e curiosità – racconta la fantastica storia di queste Olimpiadi, definite spesso come “perfette”.

Quelle Olimpiadi – conclude Berruti nell’intervista – sono state un’apoteosi di sorrisi, di amicizie e di pace”. Un augurio che quello stesso spirito si possa ripetere ancora oggi.

L’esposizione è visibile on line sul sito della Fondazione Arte Nova, a questo link: www.fondazioneartenova.org/roma60 fino al 31 dicembre 2020.

Ente promotore: Fondazione Arte Nova in collaborazione con CONI e CIO per il prestito delle foto
Ideazione e curatela: Elena Franco
Coordinamento: Cristina Ariagno, Fondazione Arte Nova
Intervista video: Nicola Roggero
Produzione video: TOREC media
Web Designer: Ivan Calvo
Ufficio Stampa – Marilina Di Cataldo 347.7365180 – [email protected]

Multisport CUS: dal 14 al 25 settembre

Tornando a scuola torna anche lo sport!
Scegli i Multisport CUS: dal 14 al 25 settembre.
Dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 16.30
Per tutti i nati dal 2010 al 2014 presso la sede del Centro Universitario Sportivo torinese di via Braccini 1, Torino.
Le discipline: basket, karate, hockey su prato, lotta, volley, hip hop, caraibico, rugby, judo, arrampicata e atletica.
Scarica il volantino al seguente link per info e contatti: www.custorino.it/multisport-progetto-scuole/

ATLETICA: ottimi risultati per i cussini

Ripartono le gare di atletica, ottimi i risultati degli atleti del Centro Universitario Sportivo torinese.

I risultati dei cussini a Donnas
Sui 400 metri primo posto e 49.29 per Simone Piscopo (CUS Torino)
Sui 100 metri secondo posto per Martina Amidei con 12.19 e vento regolare (+1.7)
Sui 400 metri secondo post per la junior Giulia Maritano (CUS Torino) con 57.57

Lanciatori di nuovo protagonisti a Novara domenica 19 luglio
Al femminile nel martello secondo posto per Francesca Massobrio (CUS Torino) con 53,80
Nel peso successo per la junior Sara Verteramo (CUS Torino) con 12,63
Tra le allieve Ilaria Zanetti (CUS Torino) si aggiudica il peso con 12,21 mentre il martello va alla sua compagna, la cussina Marta Faillaci con 40,27.
Al maschile nel disco Matteo Pautasso (nella foto) (CUS Torino) si impone tra gli juniores con 43,21





Complesso Sportivo Universitario di via Panetti: presentazione del progetto di riqualificazione ed ampliamento

Oggi, mercoledì 8 luglio 2020, alle ore 12.00, nella sala Clab del Palazzo del Rettorato dell’Università di Torino (Via Verdi 8) è stato presentato alla stampa il progetto di riqualificazione ed ampliamento del Complesso Sportivo Universitario di via Panetti.

Sono intervenuti Stefano Geuna, Rettore dell’Università di Torino, Riccardo D’Elicio, Presidente del C.U.S. Torino, Sandro Petruzzi, Direttore per l’edilizia e la logistica dell’Università di Torino e Alberto Rainoldi, Vice-Rettore al Welfare, Sostenibilità e Sport dell’Università di Torino.

Il progetto edilizio, del valore di 1.5 milioni di euro, rientra negli obiettivi strategici dell’Ateneo di procedere alla riorganizzazione, ricondizionamento e potenziamento del proprio patrimonio al servizio degli studenti e di valorizzare la ricerca in ambito sportivo, tecnologico e di welfare.

Il centro di Via Panetti infatti, già sede di molte delle attività del Corso di Laurea di Scienze delle Attività Motorie e Sportive dell’Università di Torino ospiterà una struttura di ricerca all’avanguardia che prevede l’implementazione sugli impianti indoor ed outdoor di tecnologie per l’analisi delle prestazioni sportive. Telecamere, sensori, postazioni di lavoro monitorate, renderanno possibile la registrazione di informazioni quantitative utili per valutazioni fisiologiche degli atleti, l’analisi tecnica e tattica della perfomance sportiva e la modellazione delle prestazioni.

Il Complesso di via Panetti, situato all’interno del Parco Colonnetti (via Modesto Panetti 30, Torino) è di proprietà dell’Università di Torino che ha concesso al C.U.S., attraverso apposita Convenzione, la gestione finanziaria, manutentiva e sportiva dell’impianto.

La realizzazione dell’opera di riqualificazione ed ampliamento consentirà di costruire un nuovo blocco spogliatoi, servizi per studenti ed atleti e di adeguare e ampliare gli spazi. La struttura ad oggi offre ai suoi utenti 1 pista di atletica leggera completa di pedane per salti e lanci; 3 campi da calcio a 5 in erba sintetica; 1 campo da calcio a 7/8; 4 campi da beach volley coperti; 2 campi da tennis, coperti nella stagione invernale e in sintetico; 1 palestra pavimentata con parquet dotata di tribuna per la pallavolo, la pallacanestro ed altre attività indoor.

Nel dettaglio, il progetto di riqualificazione ed ampliamento del Complesso Sportivo Universitario di via Panetti prevede la realizzazione di un nuovo blocco di spazi costituito da 5 nuovi spogliatoi con relativi servizi, una palestra e l’estensione della sala pesi esistente, tale da risultare conforme alle leggi ed in condizioni di igiene e sicurezza per tutti gli utenti, atleti, arbitri e personale addetto. Questo blocco sarà il naturale proseguimento della manica principale già esistente destinata a servizi vari, uffici e spogliatoi. Verrà inoltre effettuato il retopping del manto di usura della pista di atletica leggera e delle pedane dei salti; la sostituzione del manto in erba sintetica dei campi da calcio a cinque e a sette presenti all’interno dell’anello di atletica; la sostituzione del manto di usura dei campi da tennis in terra rossa sintetica e la riqualificazione energetica partizioni esterne della palestra esistente.

L’impianto negli anni ha ampliato la sua dotazione nei diversi settori rispondendo in maniera efficace ad un aumento della multi-disciplinarità sportiva. La struttura è rimasta un po’ carente, a causa del sempre maggiore affollamento, nell’offrire agli utenti e agli addetti ai lavori adeguati spazi di servizio, e quindi spogliatoi più confortevoli e maggiori spazi di preparazione atletica. Quando l’impianto è stato concepito l’offerta sportiva era nettamente inferiore e gli spazi spogliatoi risultavano adeguati. Oggi invece l’attività è cresciuta e tali spazi non risultano più efficaci. Si è reso quindi prioritario un intervento che risponda a tali carenze, conformemente a quanto indicato nelle NORME CONI PER L’IMPIANTISTICA SPORTIVA – Approvate con deliberazione del Consiglio Nazionale del CONI n. 1379 del 25 giugno 2008.

“Il Complesso di Via Panetti rappresenta un ulteriore investimento importante di UniTo nella valorizzazione dei servizi agli studenti, nell’innovazione della didattica e della ricerca. Al contempo, è la dimostrazione di come l’Università di Torino sia un presidio culturale diffuso, presente cone le sue eccellenze in tutte le aree della città. La politica degli spazi di UniTo è una leva di rigenerazione e riqualificazione che impatta in modo positivo su tutto tessuto urbano. L’Università è così sempre più parte integrante della città – dichiara Stefano Geuna, Rettore dell’Università di Torino. In particolare, oltre alle applicazioni legate alla didattica e alla ricerca, in coerenza con la mission istituzionale dell’Ateneo, il nuovo centro sperimentale è un’occasione di potenziamento e di trasferimento delle competenze sviluppate dai nostri ricercatori a soggetti, pubblici e privati, che così possono beneficiare dei risultati della ricerca universitaria”.

“Un ringraziamento straordinario da parte del Centro Universitario Sportivo torinese al Rettore Geuna – aggiunge Riccardo D’Elicio, Presidente CUS Torino – che ha creato le condizioni per riqualificare via Panetti, l’impianto più polivalente di tutto il centro con oltre 130mila passaggi annuali. Con oltre 40 anni di vita, la struttura è molto datata e questo restyling permetterà di valorizzarlo ulteriormente. In un momento così complicato UniTo è riuscito a trovare i finanziamenti per questo progetto, pertanto anche il CUS si è sentito fortemente coinvolto con l’obiettivo di far diventare via Panetti uno degli impianti più importanti dell’intera regione. Sono sicuro che il rifacimento della pista di atletica, degli spogliatoi e dei campi creerà uno stimolo maggiore agli studenti, che avranno sempre più voglia di frequentarlo e conoscerlo. L’obiettivo è quello di creare le condizioni di integrazione e socializzazione degli studenti stessi, per far sì che il servizio sport diventi un tassello fondamentale del welfare dei nostri Atenei. Anche questo progetto andrà a qualificare i servizi che la nostra università eroga agli studenti, includendo anche progetti di ricerca sul valore scientifico dello sport nei confronti della prevenzione e della prestazione”.

“Oltre a ristrutturare gli spazi – spiega Alberto Rainoldi, Vice-Rettore al Welfare, Sostenibilità e Sport dell’Università di Torino – l’Università ha deciso di rendere questo hub sportivo anche un luogo dove sia possibile fare ricerca nel settore delle scienze motorie. L’installazione di telecamere e sensori permetterà di fornire dati e misure utili a valutare in tempo reale la performance durante gli allenamenti e le partite. La possibilità di accedere a dati di questo tipo è utile per la ricerca universitaria: due interessanti risultati nel volley e nel rugby sono stati recentemente pubblicati su prestigiose riviste internazionali. Tuttavia l’aspetto forse più innovativo sarà fornito dalla possibilità di far sperimentare l’accesso a questo tipo di informazioni direttamente agli studenti al fine di offrire loro una esperienza didattica ancora più completa e formativa di quanto già non accada. Ricordiamo qui che nei due anni precedenti il corso di Laurea Triennale di Torino è stato valutato come il migliore a livello nazionale”.