Skip to content

IL CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO TORINESE SEMPRE A FIANCO DELLO SPORT E DELLA SOLIDARIETA’

Lo sport è un efficace veicolo per sensibilizzare su tematiche importanti e poco conosciute come le malattie rare e per questo motivo la polisportiva universitaria di Torino è orgogliosa di sostenere Help Olly Onlus, associazione che vuole aiutare Olivia e la ricerca sulla paraparesi spastica ascendente. Ad avvicinare il CUS a questa tematica è stata la storia di Olivia bimba di 2 anni, figlia di Simone Aversa, allenatore della Reale Mutua Torino 81, squadra di pallanuoto della città.

La scorsa settimana tutto lo sport torinese ha partecipato ad una splendida iniziativa al Parco della Mandria Venaria Cascina a Torino per sostenere Olly e l’Associazione. Tra gli atleti presenti: Bernardeschi della Juventus, Ansaldi del Torino F.C., Alibegovic della Reale Mutua Basket Torino, Fondelli della pallanuoto e tanti altri.

Ben sei gli atleti cussini che hanno passato la giornata al parco della Mandria: Sergiu Ursache, Carlotta Guerreschi e Barbara Sparavier dell’Ad Maiora CUS Torino Rugby di serie A; Giulia Palazzo del Beach Volley CUS Torino; Nicole Murabito e Sara Da Col atlete di punta rispettivamente del karate e della lotta.

Ancora una volta, lo sport “fa squadra” per dare visibilità e sostenere la ricerca sulle malattie rare.

HELP OLLY ONLUS

Olivia ha due anni ed è affetta dalla nascita da una malattia genetica rara. Una malattia che, senza preavviso e senza tempistiche certe, le toglierà la possibilità di camminare, muoversi, giocare, parlare, sorridere, mangiare, respirare. Ma non le toglierà la capacità di capire ciò che le sta succedendo. La sua storia è quindi la storia di una lotta contro il tempo e di un viaggio per sconfiggere un nemico che si trova dentro di lei, nel suo dna: un gene modificato, responsabile di una grave patologia neurologica, degenerativa, a oggi senza cura.
Non sappiamo quanto tempo abbiamo a nostra disposizione ma vogliamo combattere questa battaglia per Olivia e per tutti i bambini che come lei sono affetti da questa malattia o da altre simili che potrebbero trarre giovamento dal progresso della ricerca e della medicina. Help Olly nasce con l’obiettivo di raccogliere fondi per finanziare la ricerca: la cura genetica è infatti l’unica speranza per salvare la nostra piccola Olivia. Da soli però non possiamo farcela. Abbiamo bisogno del tuo aiuto. Olivia ha bisogno di te.

Per contribuire: https://helpolly.it/