Il ponte del 2 giugno è stato ricco di gare nelle quali il CUS Torino ha portato a casa molti allori in tutte le competizioni disputate. Su tutte spicca la vittoria nel triathlon di Nibbiano da parte di Pier Luigi Senor. Cussino, alla sua prima vittoria ha portato in alto i colori del CUS in un Triathlon medio con percorso impegnativo sia di bici che di corsa. 
La collaborazione con la Specialized e il punto vendita Dotta Bike di Trofarello, con Jaked, Erresse Porsche, Cito e Zeromolecole sta regalando alla società torinese ottime prestazioni. Come quella di Simona Cargnino ai Campionati universitari (Distanza sprint) giunta 7 assoluta e con un Lorenzo Di Cosmo capace di centrare un 13° posto assoluto seguito a ruota da Enrico Bertolini e Niccolò Garrone. 
Ci sono gli olimpici di Iseo con la top ten dell’indomito Gabriele Vergano al quale hanno fatto “compagnia”, in una gara tutt’altro che facile per il percorso e le condizioni atmosferiche,, Alessandro Viviani (81°), Gianluca Territo (109°) e Alfonso Renna (152°).
Prova di carattere nel triathlon di Sommariva Perno nel territorio piemontese con Gianmarco Mariani che centra un 4° posto assoluto a seguire Alessandro Simoni (42°), Stefano Fantini (57°),Angelo Ramaglia (97°).
Non ci sono, invece, sufficienti parole, in termini positivi, per definire la trasferta ai campionati italiani giovanili di Porto Sant’Elpidio. Hanno affrontato con i due appassionati tecnici Sabrina Capellupo e Lorenzo Di Cosmo due giornate davvero avventurose nelle quali è prevalsa l’unione di squadra e la voglia di divertirsi e stare insieme al di là dei disagi causati dagli scarsi e inaffidabili servizi di trasporto. Una trasferta, quella del giovani, che per la prima volta ci ha permesso di mettere un solido appiglio per il futuro dei viaggi verso i luoghi di gara e per quello che la società intende fare con gli Under 18 e gli Universitari.
Siamo certi che la collaborazione con le aziende che hanno deciso di condividere con noi questo percorso abbia imboccato una strada di grande significato sportivo e umano. Il nostro fantastico futuro sono loro: Cecilia Vergano, Irene Guidoni, Simone Ferraris, Francesca Rondelli, Cecilia Laverdino, Edoardo Sorba, Enrico Rinaldi e Francesco Liotti, Gabriele Gai.
E se quello che stiamo descrivendo è una splendida realtà lo si deve all’attenzione di una società come il CUS Torino che incarna i valori di sport, educazione e salute. Una società che ci permette, in un momento storicamente complicato, di promuovere attività per i nostri associati, di favorire gli allenamenti attraverso gli spazi acqua e la sapienza dei nostri valenti tecnici a iniziare dal responsabile tecnico Andrea Morelli del capitano Lorenzo Boni, ormai soprannominato il coach del Km4 del Valentino, dalla conferma Lorenzo Di Cosmo, dalla super Sabrina Capellupo e da un silenzioso Antonio Zambottolo (Zambo) che con la sua Manzoni ha portato a vincere in finale nazionale degli studenteschi di duathlon un giovane cadetto di prima media. A loro e ai genitori per la pazienza e la comprensione di questi ultimi giorni il personale ringraziamento di tutto lo staff della sezione.