Dopo la squadra senior la scorsa settimana, anche le ragazze del CUS Ad Maiora Rugby 1951, che militeranno in serie A per il quinto anno consecutivo, hanno ripreso lunedì l'attività al centro sportivo Angelo Albonico. Un gruppo di una trentina di elementi si è ritrovato per svolgere il primo allenamento sotto la guida del coach Wady Garbet, che quest'anno è coadiuvato da due new entry, il vice Davide Notario e il preparatore atletico Serena Di Guida. La dirigente è sempre Giulia Dal Piaz.
La preparazione proseguirà fino a domani, con sessioni serali, mentre venerdì e sabato si svolgerà il ritiro, sempre a Grugliasco, con trasferta a Sauze d'Oulx in programma per domenica, per effettuare l'ultimo giorno in compagnia della compagine maschile, che sarà in quota già domani. Continua il rapporto di collaborazione con il Rivoli Rugby, che si occupa del settore giovanile, e il "tutoraggio", che coinvolge le principali realtà del movimento regionale. «C'è molto entusiasmo e voglia di progredire - spiega Garbet - sia fra le atlete sia nello staff, con il quale abbiamo lavorato fino alla prima settimana di agosto per organizzare la nuova annata agonistica. Sono felice di poter collaborare con Davide, che ha smesso di giocare nei Bulls, e con Serena, che fino a pochi mesi fa ci ha dato il suo contributo in campo. Sono all'esordio nelle rispettive vesti ed entrambi sono carichi e desiderosi di fare il massimo per il bene della causa. Il CUS ha deciso d'investire su ragazzi che sono cresciuti al nostro interno e la scelta mi trova perfettamente d'accordo. Ringrazio l'amico e collega Antonio Campagna per il prezioso lavoro effettuato l'anno scorso».
Il primo impegno amichevole sarà il Torneo Monti a sette di domenica 10 settembre, al quale il CUS Ad Maiora presenterà almeno tre team. Il 17 all'Albonico ci sarà il match contro il Chicken CUS Pavia e il 24, in casa, una sfida da definire contro il Villorba o il Monza 1949. Venendo al campionato, le biancoblù proveranno a migliorare il rendimento della scorsa stagione, che la ha viste seste, con sei vittorie all'attivo. Per la prima volta la serie A sarà a venti squadre e capitan Elisa Rochas e compagne sono state inserite nel girone 1 con CFFS Cogoleto, Rugby Monza, Chicken Rugby, Rugby Riviera, Benetton Treviso, Villorba Rugby, Valsugana Padova, Verona Rugby e Rugby Colorno. Rispetto al 2016-2017, ci sono in più Cogoleto e Verona e manca il CUS Ferrara, spostato nel girone 2. L'esordio sarà domenica 1 ottobre alle ore 15,30 all'Albonico, contro le ultime finaliste scudetto del Colorno. «Avremo un inizio di fuoco - afferma Garbet - perché nel secondo turno faremo visita al Riviera e nel terzo ospiteremo il Valsugana, che ha conquistato tre scudetti consecutivi. Saranno subito partite fondamentali per capire quale sarà il nostro livello rispetto alle avversarie più accreditate. Sono certo che riusciremo a fare un ulteriore salto di qualità e a colmare parte del gap che ci separa dall'elite del nostro sport. C'è da parte di tutti la massima disponibilità a lavorare a testa bassa e i risultati arriveranno».