Questa mattina sono state deliberate le 24 borse di studio del Progetto Agon 2017/2018. La commissione era composta dai rappresentanti degli enti coinvolti: il professor Marco Mezzalama per il Politecnico di Torino, il professor Bartolomeo Biolatti per l’Università degli Studi di Torino, il dottor Ezio Chionio per l’Edisu Piemonte, l’avvocato Luca Olivetti, Riccardo D’Elicio in rappresentanza del CUSI, Andrea Ippolito in rappresentanza del CUS Torino.
Sono state attribuite 14 borse piene (tasse universitarie, vitto e alloggio) e 10 borse che coprono le tasse universitarie.
La graduatoria al link www.custorino.it/progettoagon

Il Progetto Agon è una realtà sportiva che da dieci anni garantisce ai giovani atleti e atlete meritevoli, provenienti da tutta Italia e stranieri, l’accesso ai livelli più alti dell’istruzione accademica praticando sport in realtà di eccellenza. È il CUS Torino, il centro di formazione sportiva più grande d’Italia che, in unione con il Politecnico di Torino e l’Università degli Studi di Torino, ha dato vita al PROGETTO AGON, che ogni anno mette a disposizione 14 borse di studio destinate a diverse discipline sportive, che garantiscono agli atleti e alle atlete vitto, alloggio e tasse universitarie gratuiti. A queste 14 borse di studio, da quest’anno, se ne sono affiancate altre 10 che garantiscono il pagamento delle tasse universitarie dei giovani talenti che risulteranno idonei.
Le borse possono essere assegnate anche a studenti diplomati che intendono iscriversi al primo anno del corso di laurea. A parità di punteggio, la priorità è comunque data agli studenti già inseriti nel progetto l’anno precedente, che ne hanno richiesto il rinnovo,  purché in regola con i requisiti previsti.
Possono partecipare gli atleti che svolgono attività agonistica nelle discipline del rugby maschile e femminile, della lotta olimpica maschile e femminile, dell’atletica maschile e femminile, del karate  maschile e femminile, della pallavolo femminile, della pallacanestro maschile e del canottaggio maschile e femminile. La commissione si riserva di assegnare un posto tra i primi 14 disponibili a un atleta/studente con disabilità, nelle discipline della canoa, del canottaggio e dell’atletica, specialità nelle quali il CUS Torino ha un’organizzazione sportiva in grado di supportare atleti diversamente abili di alto livello.
Lo scopo di questo progetto che ormai è un vero e proprio pilastro portante nel panorama accademico/sportivo piemontese è quello di garantire l’accessibilità alla formazione universitaria e sportiva d’eccellenza, tramite l’applicazione di un vero e proprio sistema meritocratico, che premia non solo il curriculum sportivo ma anche quello accademico. Non solo corpo sano, ma anche mente sana e soprattutto trasparenza e meritocrazia. L’accesso alle borse di studio infatti non viene deciso da un singolo scrutinatore, ma da una commissione interna, composta da rappresentanti di Unito, Polito, CUS Torino e CUSI. L’obiettivo è  che dal Progetto AGON escano ragazzi di talento, formati e preparati, in grado di ricoprire ruoli di rilievo in ambito lavorativo dopo aver conseguito la laurea.
A dieci anni dall’istituzione del progetto, il CUS Torino e il sistema universitario piemontese hanno già iniziato a raccogliere i loro buoni frutti. Molti dei ragazzi che hanno preso parte al progetto Agon oggi sono laureati al Politecnico o all’Università degli Studi, hanno carriere ben avviate e sono a tutti gli effetti uomini e donne di successo. Molti sono i ragazzi che oggi usufruiscono del Progetto Agon e che sono studenti e sportivi affermati.  L’ultimo successo in ordine di tempo è dell’atleta cussina della Lotta femminile Sara Da Col che ha conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Europei Senior, della squadra femminile Barricalla Collegno Volley CUS Torino che ha conquistato la promozione in A2 e del team Ad Maiora Rugby 1951 che è stato promosso in serie A. Ma è un atleta Agon anche Luca Bombonati, laureando in Ingegneria Civile specializzando in strutture, che gioca 10 nelle fila del CUS Ad Maiora Rugby 1951 e nella disciplina del Karate Michele Martina, argento agli Europei Under 21 di Karate e Francesca Cavallaro, campionessa italiana Juniores e vice campionessa italiana assoluta. Entrambi gli atleti cussini vestono la maglia azzurra.
Il Progetto AGON è una realtà di spicco del panorama sportivo-accademico piemontese. Le borse di studio sono aperte a tutti i ragazzi neodiplomati o neolaureati di primo livello e sono valide per qualsiasi corso di studi del Politecnico di Torino o dell’Università degli Studi di Torino.
Il CUS Torino ormai da dieci anni è parte attiva del sistema sportivo e universitario italiano e continuerà a esserlo per affiancare i ragazzi nella crescita sia sportiva sia accademica, ma soprattutto culturale.