Finalmente, il tanto atteso scudetto al femminile è arrivato nella sezione hockey del CUS Torino.
Dopo i 6 scudetti senior e i 12 giovanili al maschile tra prato e indoor, arriva anche il primo tricolore delle ragazze in 60 anni di storia della sezione.
A coglierlo sono le ragazze dell'Under 14, campionesse d'Italia indoor, grazie al successo nella final four giocata questo weekend a Bra.
Un vero e proprio trionfo per le ragazze allenate da Lyudmyla Vyhanyaylo che hanno letteralmente dominato la stagione, chiudendo al primo posto il primo sottogirone, vincendo nettamente gli spareggi d'Area e, dopo una prima giornata di finali un po' timorosa chiusa con una vittoria e due pareggi, superando nettamente in semifinale Savona 13-0 e in finale l'Hc Riva 6-4.
Un totale di 109 gol fatti e appena 23 subiti: un ruolino di marcia da record.
Nella due giorni di finali a Bra, si sono visti però due Cus diversi. Sabato era la copia sbiadita della bella squadra del resto della stagione. Qualche difficoltà nel superare le padrone di casa della Lorenzoni 5-4, poi addirittura uno striminzito pareggio per 2-2 contro Savona, battuta appena una settimana prima 9-1. Nel terzo incontro, contro le campionesse in carica dell'Hc Riva, arriva un pareggio 3-3 che qualifica le biancoblu come seconde dietro proprio alle trentine.
Domenica però scende in campo il miglior CUS Torino e lo si capisce da subito.
Contro Savona in semifinale non c'è storia e finisce 13-0 mentre Riva batte la Lorenzoni 9-2.
In finale le cussine, dopo l'iniziale vantaggio giallonero, prendono in mani le redini della gara e prima pareggiano con Chiara Di Bella, poi ribaltano il risultato grazie alle reti di Greta Polese e ancora Di Bella. Prima dell'intervallo, Riva accorcia le distanze su corto e si va così al riposo sul 3-2.
Nella ripresa i gol in apertura di Elena Cagna Vallino e poi ancora di Di Bella fanno volare il CUS sul 5-2. Riva prova a riaprirla (5-3), ma Maria Chiara Mulas, premiata poi come capocannoniere del torneo, sigilla con il gol del 6-3 e Safua Raghibi, miglior portiere delle finali, blinda la porta, permettendo alle trentine di segnare solo su rigore nel finale il definitivo 6-4. 
Oltre al portiere e alle marcatrici della finale, completano la rosa l'ottima Monica Coggiola, difensore insuperabile, e la giovanissima Clara Mangialardo, classe 2006.
L'indoor del Motorglass CUS Torino però non si chiude qui, anzi, questo è solo l'inizio. Il prossimo fine settimana infatti saranno due le formazioni femminili cussine impegnate in altrettante finali scudetto: l'Under 16 a Pisa e l'Over 40 a Bra nel campionato Master. Il weekend successivo toccherà invece alla squadra senior giocare la final-eight, ancora a Pisa.
Insomma, un indoor che può ancora regalare grandi emozioni, ma che intanto ha consegnato già uno scudetto al CUS Torino.