Ad anni di distanza dai tanti scudetti senior e giovanili conquistati sia su prato che indoor, il CUS Torino ieri ha scritto nuovamente il proprio nome nella storia dell'hockey italiano, conquistando con la squadra Under 16 femminile il primo torneo ufficiale giocato in Italia di hockey 5s, la nuova versione di hockey su prato 5 contro 5 con le sponde.
Una vittoria assolutamente non pronosticabile alla vigilia e per questo ancora più bella e importante, conquistata superando formazioni come Valchisone, Moncalvese e Lorenzoni che invece in campionato, giocato 7 contro 7, quest'anno hanno avuto la meglio sulle cussine.
Ieri però le ragazze allenate da Lyudmyla Vyhanyayalo e Agata Wybieralska hanno dato tutto sul campo, un "Tazzoli" allestito così per l'occasione dal comitato regionale piemontese, coadiuvato nell'organizzazione proprio dal Cus Torino e dalle altre due società torinesi: Rassemblement e Palmieri.
Un CUS Torino che ha trovato nelle sorelle Noemi e Chiara Di Bella le due solite trascinatrici, ma che poi in ogni partita ha saputo alternare le realizzatrici, diventando così più che mai imprevedibile anche sotto porta.
Nel match d'esordio successo 4-3, che poi si dimostrerà decisivo, contro il Valchisone e protagonista principale sul tabellino marcatori è Blu De Francesco.
Nella seconda partita, contro la Lorenzoni Bra, il Cus vince 5-2 con tripletta di Carlotta Boasso, autrice fra l'altro di un gol spettacolare di rovescio da quasi metà campo.
Poi arriva il pareggio 3-3 contro la Moncalvese e alla fine la vittoria 4-1 contro il Rainbow, con ampio spazio a chi ha giocato meno perchè è solo mettendo insieme minuti che si può crescere e diventare nel tempo elementi importanti nell'economia di una squadra.